Browsing Tag:

Quinoa

Contest & co/ Insalate/ Piatti unici/ Ricette

Vegan bowl per il Master Vegan Challenge

Nella settimana dall’ 8 al 14 maggio sono stata a Tuttofood il grande mercato del food, che a Milano , durante la Food week, ospita i più grandi produttori di prodotti alimentari del mondo.

Ovviamente un occhio di riguardo va ai prodotti italiani e io, con altri foodblogger ( 15 per l’esattezza) , abbiamo avuto modo di conoscere i prodotti della linea Bio & Vegan di Mamma Emma e di partecipare ad un gioco molto divertente, una sorta di mistery box.

Dopo aver partecipato ad una master class sugli gnocchi ci hanno fatto pescare da una mistery box 3 ingredienti e con questi e gli gnocchi di Mamma Emma avremmo dovuto preparare un piatto vegano ovviamente.

I miei ingredienti erano Quinoa, Miglio e Germogli . Dopo un momento di panico ho deciso di preparare una sorta di buddha bowl, molto di moda adesso.

In una ciotola ho quindi messo  della quinoa , delle polpettine di miglio e verdura, gli gnocchi verdi alla spirulina e verdure.

Print Recipe
Vegan bowl
Tempo di preparazione 90 minuti
Tempo di cottura 30-40 minuti
Porzioni
4 persone
Tempo di preparazione 90 minuti
Tempo di cottura 30-40 minuti
Porzioni
4 persone
Istruzioni
Polpettine di miglio
  1. Per le polpettine di miglio cuocete il miglio, dopo averlo sciacquato bene sotto l'acqua, in 2 parti di acqua per ogni parte di miglio, in una pentola con il coperchio e a fuoco medio-basso. Salate solo a fine cottura. Deve cuocere bene ed assorbire tutta l'acqua, ci vorranno circa 30 minuti . Nel frattempo fate cuocere le zucchine a cubetti piccoli in un soffritto di olio e porro. Quando il miglio sarà cotto mettetelo in un mixer e frullatelo leggermente, quindi aggiungete le zucchine, la curcuma e un pochino di pane grattuggiato se l'impasto sembra troppo morbido. Regolate di sale e formate delle palline grandi come una noce. Mettetele su un piatto e fatele riposare in frigo per almeno 30 minuti. Quando saranno fredde passatele nel pane grattuggiato e friggetele fino a quando saranno ben dorate. Sono ottime anche fredde .
Bowl
  1. Cuocete la quinoa dopo averla lavata in 2 parti di acqua per una parte di quinoa per circa 20 minuti in acqua leggermente salata . Fate saltare gli gnocchi alla spirulina di Mamma Emma direttamente in una padella in poco olio, non c'è bisogno di lessarli prima. Con le carote e le rape formate dei spirali o tagliatele a julienne. Poi formate la bowl mettendo sul fondo l'insalata, poi la quinoa, le rape, le carote, le fette di avocado, gli gnocchi e le polpettine di miglio, servite dopo averli conditi con una vinegrette di oilod'oliva e senape di Digione. Se vi piacciono aggiungete dei semi misti fatti saltare in padella per pochi minuti senza nulla. Per ultimo aggiungete una manciata di germogli freschi .
Recipe Notes

Ovviamente potete variare le verdure a vostro piacimento e nelle polpettine di miglio potete aggiungere altre verdure oltre alle zucchine.

Insomma tanti colori e sapori ottimi, un piatto ideale anche per l’estate.

Con questa ricetta quindi partecipo al Master  Vegan Challenge di Mamma Emma

 

Contest & co/ Insalate/ Piatti unici/ Ricette

Insalata di quinoa con alghe wakame

La primavera è ufficialmente cominciata, il conto alla rovescia per la prova costume anche, si comincia a pensare a ricette più fresche, leggere e sane. Si mettono da parte creme e calorie per far posto a frutta, verdura e freschezza.

Oggi vi voglio proporre un’insalata di quinoa con frutta, verdura e alghe wakame.

Per queto piatto ho usato la Quinoa Bio Nuova Terra, un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive: una vera e propria carica di fibre e proteine vegetali, adatta ad ogni tipo di dieta.

Si prepara senza ammollo e vi consiglio di cuocerla mettendo 2 parti di acqua per ogni parte di quinoa, così che l’acqua venga competamente assorbita e non si disperdano tutti valori nutrizionali.

Print Recipe
Insalata di quinoa con alga wakame
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15
Porzioni
4 porzioni
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15
Porzioni
4 porzioni
Istruzioni
  1. Mettete a bagno l'alga in acqua tiepida, cambiandola spesso, quando si sarà reidratata tagliatela a pezzetti e mettetela nell'acqua di cottura della quinoa. Cuocete la quinoa in acqua bollente salata per 15 minuti mettendo il doppio del volume della quinoa. Tenetela coperta e a fiamma bassa, così che possa assorbire tutta l'acqua e conservare tutte le proprietà della quinoa e dell'alga. Quando la quinoa avrà assorbito l'acqua e sarà cotta, mettetela in una grande ciotola e conditela con un velo d'olio. A parte tagliate a cubetti l'avocado, il mango, aggiungete il peperone a fettine , condite con del succo di limone e un po' d'olio d'oliva, mescolate e lasciate insaporire. Grigliate la pannocchia, poi con un coltello tagliatela a pezzi togliendo il torsolo. Ora unite la frutta, la pannocchia, il feta alla quinoa, mescolate bene , regolate di sale e condimento, per ultimo aggiungete il coriandolo fresco tritato o la menta se preferite. Servite tiepida o fredda.

In aggiunta a frutta e verdura ho messo anche qualche foglia di alga Wakame sempre Nuova Terra ,da noi poco conosciuta,  in Giappone è la terza alga in ordine di popolarità, dopo la Nori e la Kombu, è una grande fonte di proteine, quindi perfetta anche nelle diete vegetariane, ha un buon contentuto di iodio e selenio, oltre a molte vitamine del gruppo A, C, E e K.

Veloce da preparare è una perfetta alternativa alla classica insalata di riso sulle tavole estive.

In collaborazione con Nuova terra #siamogolosiani

Contest & co/ Primi piatti/ Ricette

A cena con 9 foodblogger

Settimana scorsa sono andata a Milano, presso la scuola di cucina de La cucina italiana per un evento offerto da Pam panorama per presentare la nuova linea  Semplici e buoni, i prodotti alimentari  per chi ha problemi di intolleranze o deve seguire una dieta.  Ci sono prodotti senza glutine, prodotti ricchi di fibre, con meno grassi, senza zuccheri aggiunti, insomma semplici e buoni sono prodotti per ogni esigenza .

cucina-gremb

Ci siamo ritrovate con altri blogger, divisi in 4 squadre, per cucinare ognuno una portata con i prodotti Semplici e buoni, per gustarli e imparare qualcosa di nuovo sulle intolleranze.

La mia squadra era capitanata da Tiziana Colombo, che conoscete come Nonna Paperina, esperta ed autrice di libri sulle intolleranze, poi con me a cucinare c’erano Elisabetta Origgi del blog Brontolo in pentola  Laura Ghezzi del blog Cucina per passione , Laura Ripamonti del blog Prèt a manger Simonetta Nepi del blog Glu.Fri, Francesca Riva del blog Creazioni fusion or confusion, Monica Cazzaniga del blog Monica’s Kitchen e Terry Gianotta del blog I pasticci di Terry, a noi è capitato il primo piatto gluten free, gli gnocchi di patate e quinoa serviti su una passata di zucca e serviti con zucca arrostita, semi di zucca e timo.

cucina-gnocchi

E’ stato molto bello poter passare una serata in compagnia di tante persone che amano come noi la cucina  e anche se abbiamo dovuto cucinare per 60 persone in una vera cucina professionale ce la siamo cavata bene.

cucina-squadra

cucina-zucca

Alla fine della serata  Paola Castelli, direttrice della Cucina Italiana, il nutrizionista e tecnologo alimentare Dott.Giorgio Donegani, e lo chef Marco Olivieri, hanno scelto la ricetta il vincitrice della gara, purtroppo non la nostra, ma devo ammettere che tutti i piatti erano molto buoni, le squadre hanno fatto tutte un gran lavoro.

Se volete provarli ecco la nostra ricetta  #sempliciebuoni #pampanorama

gnocchi-quinoa-e-zucca

 

 

Cioccolatini/ Cioccolato/ Dolci/ Ricette

Cioccoquì

Il 2013 è stato dichiarato dall’ assemblea delle Nazioni Unite l’anno internazionale della quinoa.
Questa pianta spesso ,  non viene confusa con i cereali per il suo aspetto, ma è della stessa famiglia degli spinaci  e non contiene glutine, può così essere consumata anche dai celiaci.
Io l’ho scoperta da poco ed è stata una bella scoperta. Molto versatile e buono di sapore.
Ho provato ad usarla al posto del riso per un’insalata fredda ed era ottima.
Cercando di documentarmi un po’ ho scoperto che esiste anche una versione soffiata e allora potevo non provare a fare una versione del mitico cioccorì?
Ho volutamente fatto delle sfoglie sottili, ma nulla vieta di fare dei rettangoli più spessi.

Cioccoquì:
    2 barrette di mars
120 gr cioccolato fondente
 70 gr burro
 80 gr quinoa soffiata

Far sciolgere il cioccolato, il burro e le barrette a bagno maria, poi togliere dal fuoco e unire la quinoa. Mescolate bene per amalgamare tutto.
Stendere tra 2 fogli di carta forno e appiattire con un mattarello.
Mettere a rassodare in frigo per almeno 2 ore.
Tagliare dei rettangoli della misura che preferite.
Note:
-Volendo potete anche fare semplicemente dei mucchietti e servirli nei pirottini, opzione consigliata se pensate di farli in estate, dato che il caldo farà sciogliere velocemente il cioccolato.
-La quinoa soffiata non è caramellata, per cui la consistenza sarà quella del cioccorì prima maniera, non croccante.

CONSIGLIA Involtini di peperoni e quinoa