Browsing Tag:

Finger food

Cioccolato/ Contest & co/ Dolci/ Finger food/ Ricette

Cupcake cioccolato e albicocche

Una delle passioni che io e mia figlia condividiamo è la cucina, fare dolci, piace ad entrambe e spesso, quando devo pensare ad una ricetta, è lei che mi propone gli accostamenti, a volte anche un po’ azzardati, ma lei ama i gusti molto particolari. Questa volta invece eravamo d’accordo per questi mini muffin per un accostamento molto classico, albicocche e cioccolato fondente.

Non essendo, ovviamente, periodo di albicocche abbiamo usato delle albicocche sciroppate, che sono molto dolci e morbide, perfette per questi dolcini piccoli piccoli.

Lei ha preparato l’impasto, io la ganache . Un gioco di squadra in un pomeriggio festivo.

Print Recipe
Cupcake cioccolato e albicocche
Porzioni
24 cupcakes
Porzioni
24 cupcakes
Istruzioni
  1. Montate con una planetaria o le fruste elettriche il burro con lo zucchero a velo. Far sciogliere il cioccolato senza scaldarlo troppo e farlo intiepidire. Versare il cioccolato fuso a filo sul composto di burro sempre mescolando. Unite i tuorli. Montate gli albumi a neve e mescolateli al composto di prima alternandoli alla farina setacciata. Per ultimo unite con una spatola i pezzetti di albicocca ben sgocciolati dal loro sciroppo. Riempire gli stampini da cupcake per 3/4 e cuocere a 180° per 15 minuti. Far raffreddare. Intanto preparate la ganache mettendo a scaldare la panna e tritando il cioccolato fondente. Mettete il cioccolato in una ciotola e versateci sopra la panna calda. Lasciar riposare 2 minuti , poi delicatamente mescolate al centro il composto e poi , poco per volta, mescolate tutto il composto fino ad ottenere una crema uniforme e vellutata. Fate raffreddare in frigorifero. Prima di servire i cuocakes, montate leggermente la ganache con le fruste elettriche, quindi decorate i cupcakes con una abbondante dose di crema.

Usando la teglia da mini muffin di Le Creuset  ne abbiamo ottenuti 24 . Poi abbiamo fatto una semplice ganache montata per formare una crema da abbinare.

Il bello di questi dolci è che essendo piccoli, si possono mangiare senza sentirsi troppo in colpa.

In collaborazione con Le Creuset

 

 

Focacce/ Lievitati salati/ Pane/ Preparazioni base/ Ricette

Focaccia di Gennaro Contaldo

Chi conosce Jamie Oliver, conosce Gennaro Contaldo.

Gennaro Contaldo è stato il suo mentore, uno dei primi cuochi che ha formato Jamie e che l’ha avvicinato alla cucina italiana.

Ancora oggi cucinano insieme e sembrano veramente due vecchi amici che amano cucinare per piacere.

Questa focaccia potrebbe far inorridire chi pensa che le focacce devono essere fatte con 24 ore di lievitazione, con farine macinate a pietra e solo da presidi slowfood.

Io penso che una buona focaccia possa anche essere fatta in una mattina, con la farina del supermercato e se per questo sarò criticata , pazienza.

Print Recipe
Focaccia di Gennaro Contaldo
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20
Tempo Passivo 85 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Per finire
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20
Tempo Passivo 85 minuti
Porzioni
4 persone
Ingredienti
Per finire
Istruzioni
  1. In una ciotola o in una planetaria impastate la farina, con l'acqua, il lievito, lo zucchero, l'olio, per ultimo aggoiungete il sale e continuate ad impastare fino ad ottenere una pasta morbida ma elastica. Se usate una planetaria impastate fino a quando l'impasto si attaccherà al gancio, ci vorranno circa 10 minuti . Coprite e fate lievitae per 40 minuti circa il un luogo tiepido. Dopo la prima lievitazione stendete la pasta su tagliere infarinato e allargatela delicatamente con le mani, prendendola da sotto. Spolverate bene una teglia con il semolino, appoggiate la pasta nella teglia e con la punta delle dita, sistematela bene . Coprite e fate lievitare ancora per 45 minuti, intanto accendete il forno a 200°. Quando sarà lievitata fate dei buchi con la punta delle dita ( ungetevi bene le mani), mescolate acqua, olio e spargetelo sulla focaccia, cospargete il sale grosso e infornate per 20 minuti circa. Servite tiepida o fredda.

A noi questa focaccia è piaciuta molto, tanto che la facciamo spesso , anche da usare al posto del pane quotidiano.

Un trucco che ho imparato da Gennaro è quello di usare il semolino( quello per fare i gnocchi alla romana) per spolverare abbondantemente la teglia di cottura della focaccia invece di ungerla.

Il fondo rimarrà bello croccante e non unto.

Allo stesso impasto potete aggiungere olive o pomodorini per variare il gusto .

 

 

Carne/ Finger food/ Piatti unici/ Primi piatti/ Ricette

Una lasagna da aperitivo

In questi giorni sto facendo tanta pasta fresca all’uovo per un corso che terrò e mi è venuto in mente di fare delle piccole lasagne da servire come aperitivo o in un buffet.

Nulla di chè ma in casa sono piaciute, l’idea di mangiare in un sol boccone e con le mani le lasagne è stata divertente.

Ovviamente potete farla anche con le sfoglie di pasta fresca già pronte ma per queste, come per le mie, vi consiglio sempre di farle scottare un paio di minuti in acqua bollente salata, sarà più facile modellarle negli stampi.

Io adoro aromatizzare sia la besciamella che il mio ragù con noce moscata e chiodo di garofano, voi avete una spezia a cui non rinuncereste mai?

Io ho usato degli stampi da mini muffin di Le Creuset, molto pratici e perfettamente antiaderenti.

Print Recipe
Una lasagna da aperitivo
Piccoli bocconcini di lasagna per un finger food o per l'apericena . Un croccante cestino di pasta fresca con un cremoso ripieno.
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
24 mini lasagne
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
24 mini lasagne
Istruzioni
Per la pasta all'uovo
  1. Preparate la pasta mettendo la farina a fontana su un piano, poi fate un cratere al centro, versate le uova, il sale l'olio e con una forchetta cominciate ad amalgamare questi ingredienti con la farina intorno prendendone dai bordi, poi continuate impastando con le mani fino ad ottenere un panetto sodo ma non duro. Coprite con una ciotola e fate riposare almeno 30 minuti.
Ragù veloce
  1. Preparate il ragù veloce mettendo in una casseruola l'olio e il trito di verdure, fate soffriggere, unite la carne trita, mescolando per farla rosolare per bene, aggiungete la passta di pomodoro, il sale , il pepe e la noce moscata macinata. Fate cuocere scoperto a fuoco vivace mescolando ogni tanto per non fare attaccare il sugo. Cuocere per almeno 30 minuti, ma se avete tempo, abbassate la fiamma e cuocete più a lungo, ne guadagnerà il sapore.
Besciamella
  1. Per la besciamella in una casseruola mettete il burro con la farina e formate il roux facendo sciogliere lentamente il burro e mescolando per amalgamare la farina, quando la farina sarà completamente amalgamata aggiungete il latte caldo, sale e noce moscata. Continuate a mescolare finchè la crema si sarà addensata, regolare di sale e noce moscata a vostro gusto. Potete aggiungere 2 cucchiai di formaggio per aumentarne il sapore.
Preparazione finale
  1. Stendete la pasta in una sfoglia sottile ( 2 mm) , ricavatene dei quadrati da circa 10 cm di lato, passatela 2 minuti in acqua bollente salata, poi scolateli e metteteli in una ciotola di acqua gelata, scolateli e lasciateli asciugare su un canovaccio pulito. Ora cominciate a preparare le mini lasagne: imburrate gli stampi, poi mettete in ogni incavo un pezzo di pasta, riempitelo con un bel cucchiaio di ragù e coprite bene con della besciamella. Passate in forno caldo a 180° per 5-6 minuti o finchè i bordi della pasta non saranno dorati. Lasciarli intiepidire prima di sformarli e servirli.

Potete anche preparali in anticipo e passarli in forno solo poco prima di consumarli.

In collaborazione con

 

 

Cioccolatini/ Cioccolato/ Finger food/ Ricette

Quadrati di fudge al cioccolato

Non so se conoscete già il fudge, è un dolce molto particolare. Va tenuto in frigorifero ma non indurisce completamente, la sua consistenza è quella di una crema molto densa. Può essere mangiato a quadrotti come un cioccolatino o se volete lo potete far scaldare e servire come salsa su un gelato o un dolce. Potrebbe essere perfetto per San Valentino, da tenere pronto in frigo per ogni esigenza.

La sua realizzazione è molto semplice e veloce, ma attenzione, nella ricetta l’autrice parla solo di latte condensato senza specificare se zuccherato o no.  Con il latte condensato non zuccherato non verrà, rimarrà molle perchè è meno denso del latte condensato zuccherato quindi se lo volete meno dolce dovete cercare il latte evaporato denso o farlo addensare voi prima di preparare la ricetta, ma a questo punto vi consiglio di usare quello zuccherato e non diventare matti.

Print Recipe
Quadrati di fudge al cioccolato
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
40-50 pezzi
Ingredienti
Per finire
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Tempo Passivo 60 minuti
Porzioni
40-50 pezzi
Ingredienti
Per finire
Istruzioni
  1. Foderate con carta forno uno stampo 20 x 20 cm. fate fondere a bagno maria ( o nel micronde) il cioccolato a pezzi. In una casseruola antiaderente fondete il burro, poi aggiungete il latte condensato, quindi il cioccolato fuso e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungete quindi lo zucchero a velo setacciato e mescolate bene. Versate il composto nello stampo e mettete in frigo per almeno 1 ora. Togliete dal frigo, tagliatelo a cubetti e cospargetelo con del cacao setacciato.
Recipe Notes

Se volete potete usarlo anche caldo come guarnizione di un gelato.

Il dolce è molto buono, un pochino troppo dolce per i miei gusti, ma potete diminuire un pochino la dose di zucchero a velo se preferite.

La ricetta direi che è buona ma va precisato il tipo di latte condensato usato.

Quindi alla prima ricetta del nuovo libro per Cakes lab  ” Il piccolo libro di Chocolat”  do una bella faccina contenta. 

Ricordatevi di giocare al nostro Crazy taste 

Finger food/ Ricette

Biscottini al parmigiano reggiano

Vi capita mai di aver voglia di qualcosa di salato da sgranocchiare o di  volere qualcosa da accompagnare ad un aperitivo ma non avete nulla in casa ? A me sempre, quindi sto imparando a fare dei biscottini o degli snack veloci e facili da fare, pronti in pochi minuti.

Oggi ho provato a fare dei frollini al parmigiano reggiano, solo 3 ingredienti e fatti e cotti in 30 minuti.

Potete impastarli anche a mano ma se avete un mixer allora il vostro lavoro sarà ancora più semplice.

Print Recipe
Frollini salati al parmigiano reggiano
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
30 frollini
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
30 frollini
Istruzioni
  1. Se usate un mixer tritate per primo il parmigiano fine, poi unite il burro ben freddo a pezzetti, il peperoncino e la farina, Impastate bene fino ad ottenere una frolla soda. Se l'impasto fosse troppo asciutto ( dipende dal formaggio) aggiungete 1 cucchiaio o 2 di acqua ghiacciata al composto. Se invece volete impastare a mano mettete tutto in una ciotola e impastate velocemente per non scaldare la pasta. Ora potete formare i biscotti in 2 modi diversi: tagliandoli con un taglia pasta se volete una forma particolare o facendo un rotolo e tagliando delle fette se volete dei semplici dischi. Accendete il forno a 180°. Se volete tagliarli con un tagliapasta stendete l'impasto a 1/2 cm di spessore, copritelo con della pellicola e mettete in frigo a raffreddare mentre il forno si scalderà . Quando il forno sarà a temperatura prendete la pasta già stesa dal frigorifero, ritagliate le forme desiderate e appoggiatele su una teglia con carta forno. Cuocete per 15 minuti o fino ad avere una bella colorazione dorata. Fate raffreddare sulla teglia. Se volete fare più velocemente, formate un cilindro di circa 5 - 6 cm di diametro con la pasta, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo. Quando il forno sarà caldo prendete il rotolo, tagliate delle fette di 1/2 cm di spessore e mettetele su una teglia con carta forno. Cuocete per 15 o fino ad avere un bel colore dorato. Se volete potete cospargere il rotolo con dei semi di sesamo prima di tagliare le fette .

Potete aggiungere all’impasto delle spezie o del prezzemolo o del timo fresco tritato.

 

Dolci/ Finger food/ Ricette/ Torte

Taiyaki, un pesciolino per cominciare la giornata alla grande

Un paio di anni fa ho cominciato ad avvicinarmi alla cultura giapponese, alla sua cucina, alle sue tradizioni. Ho cominciato a  conoscere meglio alcuni piatti noti, come il sushi ( e qui potete trovare una ricetta e la spiegazione con le foto per fare gli uramaki) , i dolci e  questi deliziosi pesciolini, i Taiyaki, farciti tradizionalmente con Anko, una marmellata di fagioli azuki, ma anche con una crema al cioccolato.

L’impasto è molto simili a quello per i pancakes o per i waffle, ma ammetterete con con quasta forma sono molto carini.

Print Recipe
Taiyaki
Istruzioni
  1. Setacciate in una ciotola gli ingredienti secchi , farina, zucchero, lievito e sale. A parte mescolate il latte con l'uovo, unite i due composti mescolando solo il tempo necessario ad ottenere un impasto liscio. Scaldate la piastra sul fuoco, ungetela bene, mettete 1 grosso cucchiaio di impasto in ogni cavità, poi 1 cucchiai del ripieno che avete scelto e coprite con altra pastella fino a riempire la cavità . Chiudete subito, aspettate 2 minuti e girate lo stampo per cuocere sull'altro lato. Cuocete fino ad avere un bel colore dorato. Togliete delicatamente dallo stampo. Ungete di nuovo e rifate il procedimento fino a finire la pastella. Servire tiepidi, se volete potete anche servirli con dello sciroppo o del miele a seconda del vostro ripieno.

Ovviamente non ho resistito a provarli anche con la crema alla nocciola e sono buonissimi mangiati ancora tiepidi con la crema che si fonde.

Lo stampo io l’ho preso su amazon UK , perchè costava molto meno che sul sito italiano ed è arrivato in pochissimo tempo.

Ovviamente lo stampo servirà anche per altre ricette, magari salate e con ripieni di pesce per rimanere in tema.

Contest & co/ Finger food/ Piatti unici/ Preparazioni base/ Ricette/ Secondi piatti/ Torte salate

Mini quiche salate spinaci e formaggio

Non so voi ma io adoro le torte salate. Mi piacciono tutte, di carne, di verdura, di formaggi. Mi piacce la crosta croccante che racchiude un ripieno morbido, un’esplosione di sapore in un solo boccone e la cosa che mi piace di più è che il lunedì posso svuotare il frigo da tutti i piccoli avanzi della domenica e preparare qualcosa di buono con poca fatica.

Già il lunedì non è un giorno piacevole, poi in frigo io trovo sempre qualcosa che avanza dai pasti più ricchi della domenica ma che non è mai sufficente per una porzione ( a casa mia poi il “è avanzato questo da ieri lo vuoi?” non va molto) ma se lo trasforno come fosse un piatto nuovo allora sparisce in un momento.

Se poi siete ancora più pigre di me potete usare una pasta brisè già pronta e il gioco è fatto in veramente 10 minuti.Ma se volete fare voi  la pasta brisè qui trovate la ricetta.

Se poi volete fare come me e preparare delle mono porzioni vi consiglio di usate uno stampo come il mio di Le Creuset, è stupendo, basso ma fondo a sufficienza per contenere il ripieno, antiaderente e grande abbastanza per fare tartellette per tutta la famiglia.

Print Recipe
Mini quiche salate spinaci e formaggio
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
12 mini quice
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
12 mini quice
Istruzioni
  1. Accendete il forno a 180° Ritagliate dalla pasta brisè dei dischi di 2 cm più grandi degli stampini e foderateli bucherellando il fondo con una forchetta. In una ciotola preparate la crema mescolando la panna, le uove, il parmigiano grattugiato, aggiungendo sale, pepe e noce moscata per insaporore. Nei gusci vuoti di pasta mettete un po' di spinaci, un bel pezzetto di crescenza e riempite con la crema fino al bordo della pasta. Infornate per 25 minuti o fino a quando la quiche comincerà a colorire. Aspettate qualche minuto prima di sformarle, servitele calde.
Recipe Notes

Potete variare la verdura, usare zucchine, asparagi, broccoli, carciofi, qualsiasi tipo di verdura cotta abbiate.

La crescenza può essere sostituita con un formaggio morbido di capra, una robiola o un gorgonzola dolce se vi piacciono i gusti più decisi.

Per questo lunedì ho usato degli spinaci già lessati, un pezzetto di morbida crescenza e la solita crema per amalgamare il tutto.

Potete usare la crema come base e unire tutto quello che avanza, ovviamente carne e verdure dovranno essere già cotte, altrimenti dovrete cuocere molto di più la vostra torta salata.

 

Contest & co/ Dolci/ Finger food/ Preparazioni base/ Ricette

Cannoli di pasta sfoglia alla crema pasticcera

Per finire in bellezza l’anno ho pensato di provare per voi e per Cakes lab i cannoli di pasta  sfoglia di Luca Montersino dal libro Croissant e biscotti che questo mese stiamo testando per voi.

Vorrei dire che queste sono 2 ricette super collaudate di Montersino e che andavo abbastanza tranquilla sulla riuscita dei cannoli .

Vorrei consigliarvi di provare a fare la pasta sfoglia, non è così difficile come può sembrare e il risultato è veramente spettacolare.

Print Recipe
Cannoli di pasta sfoglia alla crema pasticcera
Tempo di preparazione 3 ore
Tempo di cottura 30 min
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
30 cannoli
Ingredienti
Pastello per sfoglia
Panetto per sfoglia
Decorazione
Tempo di preparazione 3 ore
Tempo di cottura 30 min
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
30 cannoli
Ingredienti
Pastello per sfoglia
Panetto per sfoglia
Decorazione
Istruzioni
Pasta sfoglia
  1. Per il panetto : impastate la farina con il burro, senza lavorarli troppo insieme, formate un panetto quadrato, appiattitelo e mettete in frigo per 1 ora ( avvolto in pellicola). Per il pastello: impastate farina, acqua e sale senza lavorarli troppo ma fino ad ottenere una pasta, avvolgere il pellicola e far riposare 30 minuti. Stendere il pastello in un rettangolo che sia 2 volte l'altezza del panetto di burro. Ponete il panetto al centro del pastello e chiudete i lati della pasta sul burro senza sovrapporla ma solo facendo accostare i bordi.- Stendete la pasta con il mattarello formando un rettangolo lungo e alto 1,5 cm. fate una piega a 3 e stendete ancora nello stesso verso. Ora fate una piega a 4 , avvolgete in pellicola e mettete in frigo a riposare per 60 minuti. Togliete dal frigo e con la pasta fredda fate ancora una volta le pieghe a 3 e a 4 . Copritela e ripassatela infrigorifero per almeno 2 ore prima di usarla.
Crema pasticcera
  1. portate ad ebollizione in un largo pentolino, latte e panna e semi di una bacca di vaniglia. A parte montate molto bene i tuorli con lo zucchero, quindi unite i 2 amidi. Quando il latte arriva ad ebollizione, versate velocemete il composto di uova al centro, quando si formeranno dei piccoli vulcani amalgamate tutto usando una frusta finchè la crema sarà ben addensata. Versarla in una teglia, copritela a conatto con della pellicola e fate raffreddare velocemenete. Prima di usarla mescolatela per uniformarla.
Formare i cannoli
  1. Per formare i cannoli stendete la pasta sfoglia in un rettangolo di 1 mm di spessore e tagliateli a strisce di 1, 5 cm di larghezza x 12 cm di lunghezza minimo. ( più lunghi saranno le strisce più grandi verranno i cannoli). Spennellate la parte esterna della psta con acqua fredda. Arrotolate le strisce sui cannoli di metallo sovrapponendo la pasta per mezzo centimetro e lasciando la parte umida all'esterno. Quando avrete arrotolato tutta la pasta passate i cannoli nello zuchero semolato. Posateli su una teglia con carta forno e cuocete in forno caldo a 170° per 30 minuti , dovranno essere colorati ma lo zucchero non dovrà bruciare. Quando saranno freddi toglieteli dagli stampi, riempiteli con la crema pasticcera e finiteli con della granella di nocciola sull'estremità aperta.
Recipe Notes

Se volete dei cannoli piccoli potete usare dei coni invece che i cannoli di metallo.

Se volete farli salati non passateli nello zucchero ma nel formaggio gratiggiato o in semi di sesamo o vari.

Potete conservarli vuoti, ma cotti, in una scatola di latta per alcuni giorni, ma riempirli  solo poco prima di usarli per conservare la friabilità della pasta .

La pasta sfoglia si presta a mille utilizzi. Potete farne una dose abbondante e poi congelarla in panetti .

La crema pasticcera è una classica crema ma preparata in modo un po’ diverso, molto più veloce e a prova di bruciatura.

Per fare i cannoli vi serviranno del cannelli di metallo, ma li troverete facilmente on line a poco prezzo e vi dureranno una vita.

Essendo la pasta sfoglia neutra potrete usare i cannoli anche con una farcia salata omettendo ovviamente lo zucchero all’esterno. Io ne ho preparato una versione con mousse di prosciutto cotto e pistacchi per Natale .

Quindi direi che con questa ricette Montersino si è un po’ riscattato ( ma anche qui non è stato precisissimo, alcuni passaggi non sono ben spiegati  ) da un libro fatto per persone esperte e non proprio principianti, da troppi passaggi per scontati e non mette una spiegazione chiara. Per questo vi consiglio, se avete dubbi,  di andare a cercare un video della ricetta della pasta sfoglia.

Questa ricetta si merita una faccina molto contenta per la riuscita, una un po’ meno contenta per la ricetta.

 

Contest & co/ Dolci/ Ricette/ Torte

Treccine alla ricotta

Non so perchè ma quando sento il Natale arrivare mi viene voglia di preparare quei dolci, più piccoli, da colazione, da merenda, quelli che prepari quando sai che viene un’amica a trovarti per quattro chiacchere e vuoi offrire qualcosa con il caffè, ma che non vi distragga dalle mille cose che dovete raccontarvi . Un dolce che si possa sbocconcellare mentre si chiacchera, ecco le treccine alla ricotta di Luca Montersino sono così.

Leggere, senza uova,  delicate nel sapore , morbide ma non troppo, ideali per essere anche inzuppate nel latte.

treccine-ricotta-pp-1

La ricetta fa parte di Croissant e biscotti il libro che in questi 2 mesi testeremo per Cakes lab.

ricotta-1

Non pensate subito che ci piace vincere facile, come tanti grandi chef anche Montersino, a volte, è poco preciso nelle sue ricette.

In questa, ad esempio, non spiega quanto deve essere lungo il rottolo di pasta e quanti pezzi vengono con la dose che propone.

treccine-ricotta-mano-1

Nella spiegazione della ricetta non si capisce se l’uovo va nell’impasto o serve solo x spennellare alla fine e non si parla negli ingredienti dello zucchero per spolverarli.

Comunque vengono 22 treccine , l’uovo serve solo per pennellare quindi lo potete sostituire con del latte e secondo me e il mio forno 150° sono troppo pochi, io ho fatto 175° e 20 minuti sono giusti. ( la prima volta a 150° erano crudi).

Ecco la ricetta per le treccine

Print Recipe
Treccine alla ricotta
Morbide treccine dolci , senza uova e senza burro, leggere e perfette per la colazione
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
22 treccine
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
22 treccine
Istruzioni
  1. Mescolate tutti gli ingredienti e impastate, senza lavorare troppo, fino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato. Ricavate dall'impasto tante palline, ognuna del peso di circa 60 g. Stendete ogni pallina in un filoncino lungo circa 20 cm, piegatelo a U e intrecciatelo 2 volte . Disponete le treccine su una teglia foderata con carta forno, pennellatele con l'uovo sbattuto( o del latte ) e cospargetele con lo zucchero. Cuocetele in forno caldo a 175° per circa 20 minuti. Finchè saranno dorati

treccine-ricotta-1

Quindi a questa ricetta, più per come è scritta, che non per il gusto do una faccina contenta ma non felice.

bene piccolo

CONSIGLIA The Original New York Cheese Cake