Browsing Tag:

Dolci al cucchiaio

Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Ricette

Apple bread pudding

Dopo un inizio di primavera siamo tornati in pieno autunno.

E’ una domenica fredda e piovosa, non ho nessuna voglia di uscire ma voglia di accendere il forno e stare a casa al colduccio, magari leggendo un libro o guardando un bel film e per completare il quadretto mi faccio un dolcino, per me, molto consolatorio e come direbbe la mia amica Paola : ” Very  hygge style “.

Un apple bread pudding ,un dolce da fare rigorosamente in una pirofila rustica, da servire a cucchiaiate e con una buona dose di gelato alla vaniglia spolverato di cannella, mele e pane non devono essere tagliati perfetti, anzi , pezzi di diverse misure daranno consistenze diverse e miglioreranno il dolce.

Print Recipe
Apple bread pudding
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
4 porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Tempo Passivo 15 minuti
Porzioni
4 porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. In una ciotola mettete a bagno il pane a cubetti con il latte tiepido e lasciare insaporire per 15 minuti In un'altra ciotola mescolate le mele con lo zucchero, il sale, la cannella e il succo di limone . Al pane e latte aggiungete 4 uova e mescolate bene, aggiungete il composto con le mele e versate tutto in una pirofila. Cospargete di scaglie di mandorle e cuocete a 170° per 45-50 minuti. Servire tiepido con gelato alla vaniglia o crema inglese.
Recipe Notes

La dose di latte può variare a secondo del tipo di pane che si usa, vi consiglio di usarne 300 g inizialmente e tenerne 50g da aggiungere se il composto fosse troppo asciutto.

A me piace appena tiepido ma potete mangiarlo anche freddo.

Possiamo dire che sia una ricetta di riutilizzo, perchè è perfetta per usare il pane avanzato e le mele che magari cominciano a essere un pochino avvizzite.

 

 

 

Cioccolato/ Contest & co/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette/ Torte

Bavarese al cioccolato con lamponi e sorpresa

La primavera mi mette addosso voglia di fare , di cucinare, di provare cose nuove e ho proprio una bella scorta di nuovi stampi da usare.

Quelli che più mi attirano sono gli stampi della Pavonidea della linea  Le torte di Emmanuele, dei bellissimi stampi in silicone pesante, nero, con delle forme bellissime. Il grande vantaggio di questi stampi è che danno la possibilità di usare usati per formare un inserto in un dolce o di essere usati da soli.

Non so se vi ricordate il cuore che ho fatto per San Valentino, in quel caso avevo usato 2 misure di stampo a cuore, oggi invece ho usato uno stampo a ciambella  ( anche se  è studiato per essere usato con gli stampi Queen e Royal) e  uno a fiore mod. Bombée.

Ho fatto una bavarese al cioccolato al latte con un cuore di bavarese al cioccolato bianco e dei lamponi freschi . Con poche sempici mosse e una sola ricetta potete preparare un dolce veramente scenografico.

Print Recipe
Bavarese al cioccolato al latte con lamponi e sorpresa
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 6-8 ore per raffreddamento
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Biscotto al cioccolato
Bavarese al cioccolato bianco
Bavarese al cioccolato al latte
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 6-8 ore per raffreddamento
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Biscotto al cioccolato
Bavarese al cioccolato bianco
Bavarese al cioccolato al latte
Istruzioni
Biscotto
  1. Montare gli albumi con lo zucchero a neve, aggiungere poi delicatamente i tuorli e il cacao setacciato. Stendere su una teglia da forno coperta da carta forno e infornare a 190° per circa 10-12 minuti. Far raffreddare e tagliate nella misura del vostro stampo grande., sarà il fondo del vostro dolce
Bavarese al cioccolato bianco
  1. Portare il latte a bollore. Ammollate la gelatina in acqua fredda. In una ciotola sbattete con una frusta a mano i tuorli e lo zucchero, non dovranno montare ma solo mescolarsi bene. Aggingere il latte caldo sempre mescolando, mettere sul fuoco dolce fino a quando raggiungerà gli 85° o velerà il cucchiaio. Versate il composto caldo sul cioccolato a pezzetti e mescolare fino a farlo sciogliere, aggiungete la gelatina già ammollata e ben strizzata. Fate raffreddare e poi aggiungete la panna montata , mescolando delicatamente. Versate la bavarese nello stampo che userete come inserto e mettete a raffreddare in freezer per almeno 4-5 ore .
Bavarese al cioccolato al latte
  1. Seguite la stessa spiegazione per la bavarese al cioccolato bianco, sostituendo , ovviamente, il ciocccolato con quello al latte. Versate mezza dose di bavarese nello stampo grande, inserite la bavarese al cioccolato bianco, ormai gelata, qualche lampone e finite di riempire lo stampo con l'altra metà della bavarese. Per ultimo appoggiate sulla superficie il biscotto al cioccolato e pressate leggermente con la mano. Mettete tutto in freezer per almeno 4-5 ore. Prima di servire sformate dallo stampo e tenete in frigorifero per 30 minuti circa così che si ammorbidisca . Servite con frutti di bosco o panna montata.
Recipe Notes

Se non avete gli stampi potete provare la ricetta usando un stampo da torte apribile foderandolo con pellicola o carta forno, per favorire la sformatura,  facendo degli strati e congelando uno strato prima di mettere il secondo.

Se vi avanzerà della bavarese potete fare delle monoporzioni da tenere pronte in freezer per un dessert veloce.

Questi stampi di Pavonidea possono essere usati da -40° a +280°.

In collaborazione con

Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Gelati/ Mousse/ Preparazioni base/ Ricette

Cuore semifreddo alla nocciola

Lo ammetto, sarò contro corrente, ma io non amo le feste obbligate. San Valentino, festa del papà, festa della mamma, non perchè siano commerciali ma perchè si festeggiano persone che andrebbero sempre festeggiate , tutti i giorni.

Non è che il vostro innamorato o innamorata si meritino la vostra attenzione solo 1 giorno all’anno, ma ogni giorno sarebbe bene ricordare perchè amiamo quella persona e cosa ci ha fatto innamorare di lui o di lei.

Ciò non toglie che non si possa comunque festeggiarli, per cui se volete un’idea per San Valentino da poter preparare in anticipo e avere così il tempo per coccolarvi tutto il giorno ecco il mio cuore semifreddo alla nocciola, due cuori in uno, uno di crema semifreddo alla nocciola rivestito da un altro di panna e scaglie di cioccolato e ricoperti da una golosissima glassa a specchio al cioccolato di Faggiotto.

Per farli ho usato gli stampi al silicone di Pavonidea della linea Le torte di Emmanuele , dei bellissimi stampi neri, molto eleganti, e con la possibilità di avere degli altri stampi da inserire in quelli più grandi o da usare singolarmente. Io ho usati i 2 Passion, ovviamente , potendo cosi avere l’inserto a cuore  con la stessa forma del guscio.

Print Recipe
Cuore semifreddo alla nocciola
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Istruzioni
Meringa italiana
  1. Per preparare la meringa italiana mettete in un pentolino l'acqua, 150 g di zucchero e fate uno sciroppo portandolo a 121° . Quando lo sciroppo arriva a 110° cominciate a montare a neve ben ferma gli albumi con 30 g di zucchero. Quando lo sciroppo ha raggiunto i 121° versatelo lentamente sugli albumi sempre montandoli e continuate a montarli fina a quando il composto, raffreddandosi, non arriva a circa 50°. Questa meringa vi servirà per la preparazione dei semifreddi.
Semifreddo alla nocciola
  1. Amalgamate delicatamente la pasta di nocciole con un pochino di panna montata per ammorbidirla, poi con una spatola aggiungete il composto alla meringa italiana sempre mescolando con la spatola, poi per ultimo aggiungete la panna rimasta. Il composto dovrà essere ben amalgamato ma non smontato. Riempite il primo stampo a cuore, quello che andà all'interno del dolce. Mattete nel freezer per almeno 4-6 ore.
semifreddo alla panna
  1. Mescolate delicatamente la panna montata con la meringa italiana e per ultimo aggiungete le scagli di cioccolato che avrete ottenuto tagliando una tavoletta di cioccolato con un pelapatate. Riempite per metà lo stampo più grande, coprite bene anche le pareti aiutandovi con una spatola. Sformate il cuore piccolo dallo stampo e mettetelo nello stampo più grande, pressando delicatamente per posizionarlo nel semifreddo alla panna, riempite eventuali spazi vuoti con altro composto alla panna, Con una spatola livellate bene il semifreddo fino al bordo. Mettete in freezer per altre 4-6 ore o fino al momento di usarlo.
Glassa a specchio al cacao
  1. In un tegame unire acqua, panna liquida, zucchero e cacao. Mescolare bene. Mettere sul fuoco mescolando di tanto in tanto. Immergere i fogli di gelatina in acqua molto fredda in modo da idratarli. Portare la glassa a 103-104° (la glassa arriverà piuttosto velocemente a 100°C ma poi impiegherà diversi minuti prima di arrivare ai 104°C, salira lentamente di temperatura, è normale che sia così, non date la colpa al vostro termometro). Togliere dal fuoco. Quando la glassa raggiungerà i 50-60° unire la gelatina ben strizzata e mescolare bene con un cucchiaio, non si deve incorporare aria altrimenti la glassa avrà le bolle in superficie (per sicurezza io filtro con un colino a maglie strette). Lasciar riposare la glassa, se volete potete metterla in frigo per 24 e scaldarla a bagnomaria o al microonde (senza superare mai i 65°C), e utilizzarla intorno i 36°C.
Glassatura del dolce
  1. Mettete il dolce, sformato, su una griglia posta sopra una teglia foderata con carta forno. Versate la glassa velocemente dal centro verso i bordi in modo che tutto si copra bene. Battete la griglia sul tavolo in modo deciso ma delicato per far scendere l'eccesso di glassa. Aspettare 2 minuti che si stabilizzi poi con una spatola spostate il dolce sul piatto di sevizio o su un portatorte togliendo velocemente le colature laterali. Rimettete in freezer fino al momento di servire. Prima di servire decorate a piacere . Il dolce va tolto 10 minuti prima di essere servito essendo un semifreddo.
Recipe Notes

La glassa sarà abbondante ma sia quella avanzata che quella che potrete recuperare dalla teglia posta sotto il dolce  potrà essere conservata in frigorifero o freezer e riutilizzata scaldandola a bagno maria o micronde  a 50° e usandola a 36°.

Sono perfetti sia per le torte che per i semifreddi o gelati .

Che festeggiate San Valentino o San Faustino, tanti auguri a voi.

In collaborazione con Pavonidea

Cioccolato/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Tiramisù al pistacchio per grandi

Se mi seguite un po’ già sapete che il tiramisù a casa mia va molto, mio figlio sarebbe disposto a tutto per un tiramisù e lo sa anche sua sorella che con questo sisitema lo corrompe spesso.

tiramisu-pistacchi-quadr-1

Abbiamo provato anche alcune varianti con il cioccolato bianco o con le fragole, che io trovo buonissimo, ma questa volta cercavo qualcosa da grandi, con un gusto più deciso.

Sono andata a cercare ispirazione nella pagina del tiramisù della Galbani e ho visto che più o meno la ricetta base è come quella che uso io, quindi ho deciso di rivoluzionare completamente la cosa anche se poi la crema base è quella.

tiramisu-pistacchi-mascarpone-ap-1

Ho preparato una crema con pasta di pistacchi e ho imbevuto i savoiardi sardi ( quelli bassi, morbidi, buonissimi)  con un liquore al cioccolato.

Print Recipe
Tiramisù al pistacchio
Cremoso dessert al pistacchio con base al cioccolato ma leggermente alcoolico.
Tempo di preparazione 20 minuti
Porzioni
4 porzioni
Tempo di preparazione 20 minuti
Porzioni
4 porzioni
Istruzioni
  1. Preparate la crema separando i tuorli dagli albumi delle uova. Montate prima gli albumi a neve, così non dovrete lavare le fruste dopo. Metteteli da parte e montate i tuorli con lo zucchero finchè saranno ben spumosi e chiari, aggiungete delicatamente il mascarpone e la pasta di pistacchi e per ultimo i bianchi montati a neve. In un piatto fondo mettete il liquore al cioccolato diluito con un pochino d'acqua, poi bagnate bene i savoiardi e metteteli sul fondo di 4 coppette indivuduali, riempite con la crema di pistacchi e mettete in frigo per almeno 2 ore o fino al momento di servire . Prima di portare in tavola cospargete la superficie con del cacao amaro e qualche pezzetto di pistacchio tostato tritato.

Direi che ne è uscito un dessert da fine pasto stupendo. Certo io adoro sia i pistacchi che il cioccolato, ma direi che la nota alcoolica toglie un po’ della corposità della crema e insieme sono perfetti.

tiramisu-pistacchi-lunga-1

Se invece avete dei bambini potreste fare una bagna con latte e cioccolato e inzuppare i savoiardi con quello e  mettere un cucchiaio di liquore al cioccolato poi sulla vostra porzione.

Io intanto ne ho preparate un paio di porzioni da portare ad una amica per questa sera.

tiramisu-pistacchi-nastro-1

Fatemi sapere se vi è piaciuta la mia versione adulta.

 

Contest & co/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Preparazioni base/ Ricette

Crema cotta al limone

Noi a casa la chiamiamo crema catalana, ma siccome so che qualcuno potrebbe scandalizzarsi, preferisco chiamarla crema al limone.

Le creusette crema limone Giulia-1

E’ una crema veloce da fare, perfetta se avete ospiti perchè va preparata in anticipo e messa in frigo fino al momento di servirla, quando dovrete fargli la crosticina di zucchero tipica della crema catalana.

Le creusette crema limone vassoio-1

Io ho usato le cocotte della Le Creuset, perchè le trovo molto carine da servire a tavola e con il loro coperchio perfette per conservare la crema in frigo prima di servirla.

Le creusette cocotte rossa-1

Le creusette cocotte aperte-1

Crema cotta al limone
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Dolce al cucchiaio
Cuisine: Internazionale
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 180 g panna fresca
  • 270 g latte intero
  • 70 g zucchero semolato
  • 15 g fecola di patate
  • 90 g tuorli ( circa 5 uova)
  • la scorza grattugiata di 1 limone bio
  • Per finire :
  • 100-120 g zucchero di canna fine ( se avete quello grosso, frullatelo)
Spiegazione
  1. Fate scaldare il latte con la panna e la scorza di limone.
  2. In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero e la fecola.
  3. Quando il latte sta per bollire unitelo ai tuorli, mescolando sempre, poi rimettere tutto nella pentola e cuocete fino a che la crema non velerà il cucchiaio.
  4. Versate nelle cocotte, coprite e mettete a raffreddare in frigo fino al momento di servire.
  5. Prima di portare in tavola spolverizzate di zucchero di canna le cocotte e con il cannello per bruciate formate una crosticina caramellata sulle creme.
  6. Per fare meno fatica io faccio 2 strati di zucchero, appena il primo strato è caramellato ne faccio un'altro e caramello anche quello, così sono sicura che sarà ben croccante. Però non esagerate con lo spessore o non si riuscirà a rompere e mangiare.

Le creusette crema limone cannello-1

Per la crosticina la cosa più semplice è usare un bruciatore per zucchero, ormai si trovano nei negozi di casalinghi per pochi euro e non rischiate di cuocere troppo la crema mettendola sotto il grill, ma se non l’avete ponete le cocotte fredde in una teglia da forno riempita di acqua fredda e passatele sotto il grill ben caldo per pochi istanti dopo averle cosparse di zucchero di canna.

Le creusette crema limone cucchiaio-1

 

Contest & co/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Gelati/ Preparazioni base/ Ricette

Il mio gelato senza gelatiera per Crazy taste

Questo mese come lo scorso anno ci prendiamo un po’ di vacanza e anche il Crazy taste si concederà un po’ di riposo e vi darà tempo di giocare con noi fino a fine agosto, ma come lo scorso anno abbiamo pensato a voi, al caldo, alla voglia di un bel gelato e la ricetta di questi mesi sarà un gelato senza gelatiera, tratto dal libro di Barbara Torresan Gelato chez moi, che testeremo per voi in questi mesi.

gelato mou arachidi coni-1

Abbiamo pensato ad un gelato da fare senza la gelatiera, così tutti potranno provarlo e partecipare con noi al Crazy taste, un gelato semplice con solo 2 ingredienti di base e la  vostra fantasia come terzo ingrediente.

Per farlo basteranno una planetaria o delle fruste elettriche.

Io l’ho lasciato fare a Giulia ( mia figlia, ormai la conoscete) e lei ha fatto un gelato veramente particolare che aveva assaggiato a Parma, non scandalizzatevi ma è buono, gelato al dulce de leche e arachidi salate.

Se vi piace il contrasto tra il dolce e il salato dovete provarlo.

gelato mou arachidi pp nome-1

Per le cialde al cacao trovate invece la ricetta qui.

Gelato al dulce de leche e arachidi salate
 
Prep time
tempo totale
 
Un gelato veloce, semplice, senza gelatiera e molto particolare.
Author:
Recipe type: gelato
Cuisine: italiana
Porzioni: 1000 g
Ingredienti
  • 400 g di latte condensato
  • 500 g panna
  • 100 g dulce de leche
  • 100 g arachidi salate
Spiegazione
  1. Mettete nella ciotola della planetaria ( o in una ciotola grande se usate le fruste elettriche) la panna, il latte condensato e il dulche de leche, fate partire alla velocità minima, poi aumentate fino alla massima, fino ad ottenere un composto ben montato e spumoso, ma attenti a non esagerare o la panna diventerà burro.
  2. Mettete in un contenitore per freezer e fate raffreddare bene per almeno 3-4 ore nel congelatore.
  3. Subito prima di servire mettete le arachidi e mescolatele delicatamente nel gelato, servite subito, puirtroppo questo gelato tende a sciogliersi molto in fretta.

gelato mou arachidi 2 coni-1Allora cosa ne dite ? Volete provare a fare il vostro gusto preferito ? Vi aspettiamo per il Crazy taste.

crazy lug ago 16

 

Dolci/ Gelati/ Ricette

Stecco pralinato alla nocciola

Finalmente è arrivato il caldo, qui da noi è arrivato puntuale con il 21 giugno, l’inizio dell’estate .

Quale scusa migliore per cominciare a mangiare gelati ?  Io, quando fa molto caldo, preferisco un buon gelato invece del pranzo o della cena e mi piace averne sempre una scorta in freezer.

gelato nocciola finito-1

Devo essere sincera la mia gelatiera, che ormai ha più di 20 anni, funziona ancora benissimo ed è stato uno degli investimenti migliori che abbia mai fatto.

Stavo provando alcune ricette di  gelati  e ho pensato di provare a usare i miei nuovi stampi per gelato con stecco, quindi ho modificato una ricetta secondo il mio gusto e oggi vi presento un delizioso gelato alla nocciola pralinato, reso veramente bello dagli stampi per gelati Pavonidea   della serie Pavogel.

Questi stampi sono stupendi per i gelati, avrete gelati perfetti per stupire i vostri amici, ma possono essere usati anche in forno per cuocere dei simpatici dolci sullo stecco.

Stecco pralinato alla nocciola
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Gelato
Cuisine: italiana
Porzioni: 6
Ingredienti
  • Per 6 gelati :
  • 250 g latte intero
  • 350 g panna fresca
  • 80 g zucchero
  • 70 g latte condensato
  • 65 g pasta di nocciole
  • Per la copertura:
  • 200 g cioccolato fondente
  • 125 g olio di semi
  • Per finire granella di nocciole tostate
Spiegazione
  1. Scaldate 100 g di latte con lo zucchero per farlo sciogliere.
  2. In un frullatore o in un bicchiere per frullatore ad immersione mettere il latte con lo zucchero,il latte condensato, la panna e la pasta di nocciole, frullate bene per amalgamare tutti gli ingredienti. Mettete nella gelatiera ed mantecate per 20-25 minuti.
  3. Quando il gelato è pronto riempite per metà gli stampi Pavoni per gelati, posizionate lo stecco di legno, riempite lo stampo con il resto del gelato e mettete in freezer per almeno 3 ore.
  4. Preparate la copertura facendo fondere il cioccolato fondente e amalgamando poi l'olio di semi fino ad avere un composto uniforme e liscio.
  5. Togliete i gelati dallo stampo , intingeteli per metà nel cioccolato ( ma se volete anche tutto) e mettete subito la granella di nocciole, prima che la copertura solidifichi.
  6. Appoggiateli su carta forno e rimetteteli in freezer fino al momento di mangiarli.

 

stampi malibu-1

Togliete delicatamente i gelati dallo stampo

gelato nocciola 2-1

Intingeteli nella copertura calda

gelato nocciola 2-1

Poi velocemente nelle nocciole tritate ( se aspettate il cioccolato si solidificherà e le nocciole non si attaccheranno)

gelato nocciola ciocc praline-1

 

gelato nocciola -1

Dopo aver fatto i gelati e averli passati nel cioccolato e nelle nocciole tostate vi consiglio di avvolgerli un carta forno, così rimarranno ben staccati nel vostro freezer e sempre pronti per una golosa pausa.

Potete usare questo gelato come base e sostituire la pasta di nocciole con quella di pistacchi, della crema al cioccolato, del dulce de leche, burro d’arachidi o quello che vi suggerisce la vostra fantasia.

 

 

Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Preparazioni base/ Ricette/ Torte

Meringue cake ai frutti di bosco

Oggi avrei dovuto pubblicare la seconda ricetta per Cakes lab scelta dal libro Dolci naturali di Amber Rose, la pavlova di frutti di bosco a strati,  dico avrei dovuto perchè ho fatto la ricetta seguendo le indicazioni del libro ed è stato un disastro, dosi sbagliatissime, troppo poco zucchero, troppi albumi per fare solo 3 dischi, temperature troppo elevate, insomma questa ricetta non merita neppure di essere mostrata,quindi cancellate le ricette delle meringhe da questo libro, purtroppo l’autrice in questo settore ha sbagliato proprio.

Però ormai avevo voglia di meringhe e frutti di bosco, quindi vi do la mia ricetta per la meringue cake cotta in un modo molto alternativo, nell’essicatore.Di solito l’essicatore si usa per disidratare frutta e verdura, questa volta invece ci faccio un dolce.   Questa scoperta la devo a Francesca, stupenda cuoca della Taverna dei Fieschi di Torriglia, è da lei che ho scoperto questo trucco e le meringhe vengono stupende.

meringue cake primo piano-1

5.0 from 1 reviews
Meringue cake ai frutti di bosco a strati
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Author:
Recipe type: Dolce
Cuisine: internazionale
Porzioni: 8-10
Ingredienti
  • Per 3 dischi di meringa:
  • 200 g albumi
  • 200 g zucchero semolato fine
  • 200 g zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di amido di mais
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia facoltativo
  • Per finire:
  • 500 g panna fresca montata
  • 500 g frutti di bosco misti
Spiegazione
  1. Mescolate i 2 tipi di zuccheri insieme.
  2. Montate i bianchi con una frusta elettrica, aggiugete poco per volta metà degli zuccheri sempre mentre montate i bianchi d'uovo.
  3. Quando saranno ben montati aggiugete l'aceto, la vaniglia e l'amido.
  4. Fermate la frusta elettrica e a mano aggiungete il resto dello zucchero con una spatola.
  5. Su della carta forno disegnate 3 dischi, uno da 24, uno da 18 e uno da 10 cm, dividete il composto di meringa sui 3 dischi e mettete nell'essicatore a 60° per 4 ore, poi controllate e se la superficie è ben asciutta, girate con delicatezza i dischi, togliete la carta forno e cuocete ancora per 1 ora.
  6. Se invece li mettete in forno tenete il forno a 110° con una fessura nello sportello ( mettete un turacciolo o una pallina di carta stagnola per tenere aperto lo sportello) e cuocete per 1- 2 ore.
  7. Quando i dischi saranno pronti fateli raffreddare per 1 ora poi decorateli con la panna montata e i frutti di bosco su ogni strato .

Le meringhe non vanno cotte ma vanno fatte asciugare, quindi o le mettete in forno ad una temperatura bassissima o come me sfruttate l’essicatore e fate delle meringhe perfette, bianchissime e asciutte.

meringue cake-1

Una semplice meringa vi può anche risolvere il problema dolce in modo molto elegante, i dischi di meringa possono essere conservati più giorni in una scatola di latta ben chiusa e farciti con panna e frutta al momento opportuno.

meringue cake frutti bosco-1Potete anche addolcire i frutti di bosco con una spolverata di zucchero a velo, ma non  troppo, come fa mia figlia.

Contest & co/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Ricette/ Torte

Crumble di albicocca e pistacchi

Il libro di questo mese per Cakes lab è Dolci naturali di Amber Rose, l’autrice ha scelto di proporre dei dolci con ingredienti naturali, quindi tanta frutta e diversificare l’uso delle farine, quindi usa farina di farro, di avena, integrali e non.

albicocche-1

Come prima proposta ho scelto il crumble di albicocche e pistacchi con farina di farro integrale e fiocchi di avena.

crumble albicocche porzionatore gelato-1

Crumble di albicocca e pistacchi
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Una base di dolci albicocche e una crosticina croccante di mandorle, pistacchi e fiocchi d'avena
Author:
Recipe type: Dessert
Porzioni: 8-10 molto abbondanti
Ingredienti
  • Per 8-10 porzioni ( ma anche di più):
  • Per la frutta :
  • 1,500 g albicocche mature, tagliate a metà e private del nocciolo
  • 1 baccello di vaniglia tagliato per il lungo
  • 1 bella presa di cannella
  • 2 cucchiai di miele o più a seconda della dolcezza delle albicocche
  • Per la guarnizione:
  • 200 g burro freddo
  • 200 g farina di farro integrale
  • 75 g pistacchi macinati finemente
  • 75 g mandorle macinate
  • 150 g zucchero demerara
  • 150 g fiocchi d'avena
  • 100 g pistacchi tritati grossolanamente
Spiegazione
  1. preriscaldate il forno a 180°
  2. Disponete la albicocche in un grosso tegame ionsieme al bacello di vaniglia, alla cannella, al miele e a 50 ml di acqua.Scaldate a fuoco medio e coprite con un coperchio.
  3. Cuocete 10-15 minuti circa fino a quando le albicocche incominceranno ad ammorbidirsi e perdere la forma.
  4. Trasferitele in una pirofila non troppo fonda di circa 30 x 22 cm.
  5. Per fare il crumble, mettete il burro e la farina in una ciotola grande e impastate con le dita fino a creare un composto sabbioso.
  6. Aggiungete i pistacchi macinati,le mandorle,lo zucchero e i fiocchi d'avena.
  7. Mescolate fino ad amalgamare completamente, quindi spargere il composto sopra le albicocche.
  8. Cuocete in forno 50-60 minuti o fino a quando la frutta non comincerà a fare bollicine che scoppiano in superficie, attraversando la crosta.
  9. Togliete dal forno e cospargete con i pistacchi tritati.
  10. Servire caldo ma non bollente, con panna fredda o yogurt bianco greco.

crumble albicocche-1

Le mie considerazioni:

La dose del dolce è eccessiva per le mie dosi, come vedete dalle foto, io ho fatto dellle porzioni tutt’altro che piccole ma invece che 8/10 ne verranno quasi il doppio, quindi vi consiglio di dimezzare la dose se non avete un ricevimento o 8 figli più amici.

La dose di crumble è tanta ma fa una bella crosticina croccante, quindi mettetela pure tutta, anche perchè le albicocche tendono a fare acqua e il crumble assorbirà il sugo.

Usate albicocche mature ma sode o il composto di frutta risulterà aspro.

crumble albicocche porzionatore -1

Servitelo con del gelato alla vaniglia sarà perfetto.

La mia faccina per questa ricetta è dunque :

molto bene small

Vi ricordo di visitare il blog di Cakes lab test & taste per vedere le altre ricette del libro e per poter giocare al nostro Crazy taste

CONSIGLIA The Original New York Cheese Cake