Browsing Tag:

Bimby

Pane

Un favoloso pane in cassetta

Amo il pane ! Lo amo in tutte le sue forme e i suoi sapori. Amo le pagnotte, le michette, le baguette, i caravanini, i biove, le mantovane e, se fatto bene, anche il pane in cassetta, inteso come un pane molto compatto, morbido, perfetto per i panini imbottiti, per la colazione o per essere tostato.

Ho provato tante ricette ma questa devo dire che è stupenda, buona, da un pane morbido e bello soffice, perfetto per tutti i giorni.

E’ una ricetta studiata per essere fatta con il Bimby ma si può adattare ad una planetaria senza grandi problemi.

Print Recipe
Pane a cassetta morbidissimo col Bimby
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 25-30 minuti
Tempo Passivo 4 ore circa
Porzioni
1 pane da 900g
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 25-30 minuti
Tempo Passivo 4 ore circa
Porzioni
1 pane da 900g
Istruzioni
  1. Mettete nel boccale del bimby l'acqua, il lievito e lo zucchero e fate andare per 2 minuti a 37° vel 1. Aggiungete l'olio, la farina, il sale e impastate per 6 minuti a spiga. Se volete aggiungere dei semi all'impasto uniteli 1 minuto prima della fine dell'impasto. Ungete una ciotola e mettete l'impasto a lievitare coprendolo con un sacchetto di plastica. Fate lievitare per 90 minuti circa. NON lavate il boccale. Quando l'impasto sarà lievitato rimettetelo nel boccale e impastate 30 secondi a spiga. Rovesciatelo su un piano e impastate dandogli una forma allungata, ungete uno stampo da plum cake di almeno 25x 11 x 9 cm , mettete l'impasto, spennellatelo con acqua e mettete i semi di sesamo. Coprite ancora e fate lievitare fino a quando l'impasto non raggiungerà il bordo ( circa 2-2 1/2 ore). Accendete il forno a 200°, infornate per 20-25 minuti, poi togliete il pane dallo stampo e portate a fine cottura, per altri 5-7 minuti, così il pane verrà ben dorato anche sotto. Fate raffreddare su una griglia.

Io ho messo solo dei semi di sesamo sulla superficie ma potete inserire dei semi anche nell’impasto alla fine degli ingredienti .

Si conserva bene qualche giorno, ma potete anche farlo a fette e surgelarle separate, così da scongelare solo quello che vi serve.

 

 

 

Dolci/ Ricette/ Torte

La torta Nua, quando il virale è buono.

Sul web ci sono delle ricette che
spopolano e ci sono periodi in cui si vedono sempre e solo le stesse
ricette , una diffusione che al giorno d’oggi si direbbe virale. C’è
stata la torta magica ( che io ovviamente ho fatto , anche se in
versione cioccolatosa) , poi c’è stata la torta Nua , nessuno sa
esattamente di chi sia la ricetta per cui , per non far torto a
nessuno, vi dico solo che io ho preso la base da Cristina e ho
modificato le creme. E’ una torta semplice e veloce adatta sia alla
colazione che a un fine pasto sostanzioso. 
Per la base:
300 g di farina 00
200 g zucchero
100 g latte 
4 uova 
150 g olio di semi
Scorza di limone 
1 bustina di lievito per dolci
70 g gocce di cioccolato
Per la crema : ( credo che ne avanzerà
un po’ ma potrete farci delle tartellette come queste )
250 ml latte
1 tuorlo
75 g zucchero
50 g farina
1 bustina di vanillina
Nutella a piacere.
Accendete il forno a 200° con la
funzione ventilato.
Questo è il procedimento con il bimby
, ma lo potete fare anche usando un mixer da cucina.
Polverizzare lo zucchero con la scorza
di limone e aggiungere i liquidi : olio, latte, uova lavorare 15
sec a vel 4.
Aggiungere la farina: 40/50 sec a
vel 4
.
A 10 sec dalla fine aggiungere
il lievito dal foro del coperchio con lame in movimento a questo
punto alzate la velocità a vel 5 per qualche secondo. Per
ultimo ho unito le gocce di cioccolato a velocità 1 solo qualche
secondo per unirle al composto ( chi ha il TM31 userà l’antiorario ).
Preparare una teglia , imburrata ed
infarinata ( o con carta forno !) versarvi l’impasto liscio, poi
aggiungete la crema a cucchiaiate mettendone un po’ qua e un po’ là
sopra  cuocendo verrà incorporata dalla torta), poi io ho aggiunto dei ciuffetti piccoli di nutella sempre
sparsa in giro , non dovete spalmarla , ma farla cadere a cucchiaiate
!
Volendo potete fare metà crema gialla
e metà al cioccolato o fare crema e marmellata invece della nutella,
insomma a vostro piacimento.
Abbassate la temperatura a 180° e
cuocete per 50 minuti circa .Se provate con lo stecchino la cottura ,
attenzione a non infilarlo vicino alla crema .
Dolci/ Lievitati dolci/ Pane/ Ricette

Hot cross buns per il brunch di Pasquetta ( 7° Re-cake )

So che nella tradizione britannica gli
hot cross buns si fanno per Pasqua, ma a casa mia il mattino di
Pasqua è riservato ai preparativi per il pranzo e la colazione
diventa l’ultimo dei miei pensieri, mentre a Pasquetta siamo tutti
più rilassati e un brunch è l’ideale.

Sono dei panini semi dolci, morbidi,
ottimi così o farciti con burro e marmellata. 
Per 12 panini (da 70 g cad )
90 g burro fuso e freddo
125 g latte tiepido
8 g lievito secco o 24 g lievito di
birra fresco
50 g zucchero
5 g sale ( circa ½ cucchiaio )
buccia grattugiata di limone
buccia grattugiata di arancia
2 uova
430 g farina 00
50 g ribes disidratati ( io ho usato dei cranberry disidratati)
2 cucchiai di marmellata o gelatina di
albicocche
Per la croce:
70 g farina
1 cucchiaio di olio
60 g acqua
sale
Se usate un mixer tutto sarà veloce e
facile. ( io ho usato il bimby ).
Mettete nel mixer il latte, aggiungete
lo zucchero, il lievito, il burro, le scorze , le uova , poi la
farina e per ultimo il sale, impastate per 2-3 minuti finchè non
sarà morbido e ben impastato.
Aggiungete i ribes e amalgamateli
all’impasto.
Se usate il bimby: Scaldate il latte 1 minuto a 90°, poi unite tutti gli ingredienti con le lame in movimento a vel.4 , impastate a vel spiga per 3 minuti . Per ultimo unite i ribes ( o quello che usate) e fare impastare per 30 secondi a vel 2.
Rovesciate su un piano infarinato e
impastate brevemente , per amalgamare bene tutto.
Mettete in una ciotola a lievitare per
1 / 1 ½ ora.
Quando sarà raddoppiato rovesciatelo
su un piano, dategli la forma di un tronchetto , tagliatelo in 12
pezzi uguali ( io li peso ) , poi formate delle palline , mettetele
sulla teglia del forno o in uno stampo ben distanziati , coprite con
della pellicola e fate lievitare ancora per circa 1 ora o finchè
saranno raddoppiati.
Accendete il forno a 190° .
Prima di infornare preparate il
composto per la croce mescolando la farina con olio, acqua e sale,
dovete ottenere un composto denso , ma non troppo. ( un’amica ha
detto consistenza vinavil , per darvi un’idea).
Aiutandovi con un cornetto di carta o
una sac a poche fate le righe sui buns e infornateli per 18/20
minuti.
Fateli raffreddare su una gratella e
quando saranno appena tiepidi spennellateli con la marmellate che
avrete intiepidito e passato al colino per togliere i pezzetti ( se
usate della gelatina questo passaggio non serve) per lucidarli.
Ora non mi resta che augurarvi Buona
Pasqua ! 
                                                 Con questa ricetta partecipo al 7°Re-cake .
                 Se volete saperne di più venite qui a leggere o nel blog delle nostre organizzartici :
Dolci/ Preparazioni base/ Ricette

Crêpes al limoncello

Vi è mai capitato di non sapere cosa fare da mangiare , ma avete voglia di qualcosa di diverso?
Io di solito risolvo il problema facendo le crêpes. Sono versatili, vanno bene per l’antipasto, per il primo , per il dolce . Ovviamente a casa mia vanno per lo più dolci, ma anche come piatto unico, con un bel ripieno ricco sono sempre ben accette.
Oggi vi ho preparato una versione dolce , una variante delle crêpes suzette , fatte con limoni e limoncello in una versione più veloce.

Per 12/15 crêpes del diametro di 22 cm:
( il numero varia anche in funzione di quanta pastella mettete nel pentolino)

1/2 L latte intero
200 g farina 00
    4 uova intere
    1 pizzico di sale
  50 g burro

Per la salsa:
60 g burro
60 g zucchero
  1 limone (succo)
  1 bicchierino di limoncello 

Se usate il bimby:
Fate sciogliere il burro per 90 sec a varoma velocità 2, poi spegnete la temperatura e continuate a velocità 4 inserendo gli altri ingredienti.
Dopo 20 secondi , spegnete e fate riposare per 30 minuti.

Se fate a mano:
Sciogliete il burro senza farlo bruciare.
In una ciotola mettete il latte, con una frusta mescolatevi le uova , il sale, il burro e la farina.
Sciogliete bene tutti i grumi, per sicurezza passate il tutto con un colino.
Fate riposare 30 minuti.

Per cuocere le crêpes , prendete un padellino di circa 20-22 cm , antiaderente ( l’ideale sono i padellini con il bordo basso) , passatelo con un pezzetto di carta da cucina bagnato con olio.
Fate scaldare bene il padellino , poi versate un mestolino piccolo o una tazzina da caffè piena di pastella e fate girare subito il composto muovendo il padellino, così che la pastella ricopra bene tutto il fondo.
Deve essere quasi un velo, con fate delle frittate , mi raccomando.
Dopo qualche istante , aiutandovi con una palettina , girate la crêpe dall’altro lato.
Per cuocere una crêpe ci vogliono circa 30-45 secondi.
Contiunate così fino alla fine della pastella.
Potete conservarle in un piatto coperto con della pellicola, per evitare che sechino.

Per la salsa :
In una padella fate sciogliere il burro dolcemente, unite lo zucchero e il succo di limone, fate sciogliere bene lo zucchero e quando la salsa comincerà ad addensarsi , unite il limoncello, fate sfumare un attimo e spegnete il fuoco.
Preparate le crêpes piegate in un piatto e cospargetele di salsa calda. Decorate con filettini di scorza di limone ( bio ovviamente) e zucchero velo.
Se volete potete anche fare la salsa in una padella grande e passare le crêpes qualche istante nella salsa calda, ne assorbiranno di più. 

Con questo ricetta partecipo al contest-evento LA FANTASIA IN CUCINA
SI TINGE DI GIALLO : il Limoncello , organizzato da “Le ricette del Bimby e molte altre *Cri*” e “Capri più” .

.
Dolci/ Ricette/ Torte

Crostata di mele con crema

Da piccola detestavo le torte di mele ,
la frutta cotta , nella mia mente ,era una cosa per i nonni e gli
ammalati , ma poi crescendo ho cominciato ad apprezzarla , sempre di
più .
Ora posso dire che le torte di mele
sono tra i miei dolci preferiti , in tutte le versioni e questa
ricetta di Cristina (http://lericettedelbimbyemoltealtre.blogspot.it)
la trovo ottima, fatta e mangiata in un’attimo. Per strafare potete
anche aggiungerci un po’ di crema vaniglia .
La pasta frolla è del maestro Iginio
Massari :
Per una teglia da 26/28 cm 
Pasta frolla Massari :
300 g farina 00
180 g burro
240 g zucchero
60 g uova ( 1 grande )
½ scorza di un limone grattugiata
½ baccello di vaniglia ( i semi )
1 g sale
3 g lievito da dolci ( facoltativo
)
Dato che Cri è bravissima con il bimby
,vi metto sia la versione con il bimby e con la planetaria.
Bimby: Inserire nel boccale le
uova,il burro, gli aromi , lo zucchero lavorare 5 sec/10 sec a vel.
5.
Aggiungere la farina , il lievito, il
sale e impastare 10 sec a vel 6.
Rovesciare il composto su un piano,
impastare un pochino a mano per compattare la pasta, chiuderla in un
foglio di pellicola alimentare e mettere in frigo a riposare per 30
minuti.
Per la crema :
1 uovo
50 g burro
100 g latte
50 g farina
100 g zucchero
1 bacca vaniglia
sale qb
Per finire :
4 mele renette o golden ( non troppo
acquose ) a fettine non troppo sottili.
30 g pinoli
70 g mandorle con la pelle tritate ( io
a scaglie )
Preparare
la crema con il bimby:
-Prima di fare la crema tritare le mandorle nel Bimby: 5 sec vel 6  e
mettere da parte.
Inserire nel boccale uovo, burro,
latte, sale, farina, zucchero e zucchero vanigliato: 6
min. 37° vel. 5. 
Comporre la crostata:
Stendete la frolla nella teglia ,
riempitela con le fette di mela ben vicine e coprite con la crema.
Spolverizzate con le mandorle e finite
con i pinoli.
Cuocete in forno a 180° per 40 minuti
circa.
Potete servirla tiepida o fredda.
Procedimento classico ( no bimby )
:
Planetaria:
Nella ciotola mettere il burro un po’
ammorbidito, lo zucchero, gli aromi, amalgamarli con la foglia .
Aggiungere le uova, il sale , amalgamare bene, poi aggiungere la
farina e il lievito .
Fare l’impasto .
Rovesciare il composto su un piano,
impastare un pochino a mano per compattare la pasta, chiuderla in un
foglio di pellicola alimentare e mettere in frigo a riposare per 30
minuti.
Per la crema : sbattere gli
ingredienti con una frusta , versare il tutto in un pentolino e
cuocere dolcemente finchè si addensa .
Comporre la crostata : Stendete
la frolla nella teglia , riempitela con le fette di mela ben vicine e
coprite con la crema.
Spolverizzate con le mandorle e finite
con i pinoli.
Cuocete in forno a 180° per 40 minuti
circa.
Potete servirla tiepida o fredda.
CONSIGLI DEL MAESTRO IGINIO MASSARI
riportati da Cristina :
Come dosaggio questa frolla é più
vicina alla sablé ma viene lavorata con il metodo di impasto tipico
della frolla.
Si conserva in frigorifero, coperta da
pellicola, per un tempo più lungo e resta fragrante.
Si deve prestare attenzione , quando si
stende, allo spolvero con la farina perché se si eccede  in
cottura la pasta diventerà opaca e grigia.
La friabilità di questa frolla é data
dai grassi che isolano la farina e gli zuccheri che non disciolti
nella pasta rompono la maglia glutinica.
Lo zucchero inoltre fa aumentare la
temperatura in cottura e insieme alla scarsa acqua presente fa si che
la colorazione di questa frolla sarà intensa, proprio per la
caramellizazione precoce e superficiale.
Gli aromi gradevoli di questa frolla
sono prodotti dalla reazione di Maillard o imbrunimento chimico.
Una volta pronta la frolla potete
procedere al montaggio della torta.
Focacce/ Lievitati salati/ Ricette

Una focaccia semplice ma tanto buona

In casa mia si mangia tanto pane, in tutte le sue forme.
Ci piace il pane bianco, integrale , di farine miste , la pizza, ma quello che piace di più è la focaccia.
Liscia, barese,con i pomodorini, con le olive, con tanto origano o rosmarino.
Oggi vi lascio una ricetta facile e veloce per una focaccia soffice, con una crosta croccante e, diciamolo, anche un po’ unta, come deve essere, per me , una focaccia.
E’ una ricetta leggermente modificata del bimby, per cui vi lascio il  procedimento per farlo lì, ma va bene anche un buon mixer.

Per una teglia da forno:
200 gr latte
200 gr acqua
500 gr farina da pizza ( ma anche una 00 può andare bene)
  20 gr olio
  10 gr sale
  25 gr lievito di birra fresco o 1 bustina di quello disidratato
  10 gr di zucchero

per l’emulsione:
10 gr olio
10 gr acqua
 
sale fleur de sel o di Cervia

Con il bimby :
Mettete nel boccale l’acqua , il latte , il lievito, lo zucchero e mescolate per 30 secondi a velocità 4.
Unite la farina , il sale e l’olio , impastate per 30 secondi a velocità 6 , poi 2 minuti a Spiga.(se usate un mixer  invece della funzione spiga impastate per 2 minuti con gli impulsi ).
Rovesciate l’impasto , che sarà molto molle, in una teglia unta, ( qui ho usato una teglia 25×35 perchè la volevo alta da farcire, normalmente uso la teglia del forno) ,coprite con un foglio di pellicola e fate lievitare per 2 ore.
Scaldate il forno a 220° , ungete le mani e fate i caratteristici buchi sulla pasta.
Spennellate con metà dell’emulsione e cospargete con il sale grosso.
Infornate per circa 20 minuti, finchè sarà dorata.
 Spennellate ancora la focaccia calda con la restante metà dell’emulsione , poi togliete dalla teglia e mettete a raffreddare su una griglia.

Dolci/ Ricette/ Torte

Cupcakes di fine scuola

Mancano pochi giorni alla fine della scuola e per mia figlia Giulia sarà la fine delle scuole medie. Diventa grande anche lei , l’anno prossimo sarà alle superiori…
In questi giorni prima degli esami ci sono le ultime feste tutti insieme,con alcuni compagni il percorso insieme è cominciato alla scuola materna e l’anno prossimo si divideranno , prenderanno indirizzi diversi.
La festa di questa sera sarà anche la prova  generali del ballo di fine anno della scuola e ,non so se è così ovunque , ma qui ci si  trova con 3 o 4 amiche a casa prima della festa per prepararsi , mangiare qualcosa e spettegolare.
Questa sera tocca a me ospitarle e poi accompagnarle alla festa di compleanno di 2 compagne , non so cosa mangeranno, ma un dolcetto io l’ho preparato.

Cupcakes con frosting alla nocciola
per 10 cupcakes ( ricetta di Nigella )

125 gr farina autolievitante o 120 gr di farina 00 e 1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci
125 gr burro morbido
125 gr zucchero di canna fine
   2 uova grandi
   2 cucchiai di cacao amaro
   2 cucchiai di acqua bollente
   1  cucchiaino di estratto di vaniglia

Frosting alla nocciola
150  gr burro morbido
  75  gr zucchero a velo
    3 cucchiai di nocciolata ( io uso la Rigoni faccio il nome anche se non sono sponsorizzata !)

Forno a 200°
Mescolate acqua e cacao , in un  mixer mettere la farina, lo zucchero, il burro, mescolare e raschiare l’impasto dalle pareti, aggiungere il cacao, le uova, la vaniglia e il cucchiaio di latte.La consistenza dell’impasto dovrà essere morbida e fluida, altrimenti aggiungete ancora poco latte.
Io uso un porzionatore da gelato per riempire i pirottini , così sono sicura che la dose sarà sempre uguale.
Cuocere per 20 minuti, poi togliere dallo stampo e far raffreddare su una gratella.

Preparare il frosting mescolando con le fruste elettriche il burro e lo zucchero , aggiungere la crema alla nocciola e continuare a montare il composto, deve essere soffice.
Quando i cupcakes saranno freddi mettere il frosting in una tasca da pasticceria e coprirlo abbondantemente. Decorate a piacere con cioccolato a scaglie, nocciole tostate o lamponi.

Auguri ragazzi in bocca al lupo !!

                                  

             Con questa ricetta dolce partecipo a Get an Aid in the Kitchen del blog Cucina di Barbara

Dolci/ Ricette/ Torte

La possiamo chiamare panarellina ?

Ci sono dei dolci che ti ricordano momenti belli della tua vita, di solito sono i dolci dell’infanzia che vengono associati a momenti spensierati, a ricordi piacevoli ma in questo caso è il  ricordo  molto recente di una vacanza
Qualche anno fa dei cari amici ci invitarono a passare con loro qualche giorno al mare in una splendida isoletta della Sardegna, l’Isola Piana .Un posto bellissimo, piccolo dove si arriva solo in barca , dove tutti si conoscono da sempre e i bambini sono liberi di girare senza pericoli . Sarà stato il posto, il mare della Sardegna, la compagnia, il relax ma mi sono proprio divertita e anche la colazione tutti insieme era un bel momento reso ancora più “buono” da questa torta Panarellina che tutte le mattine compariva sulla nostra tavola. Di tradizione ligure la Panarellina credo sia una torta che molti conoscono  ma la ricetta originale io non ce l’ho , ho questa che a me piace tanto e faccio spesso. Molto veloce e con la caratteristica che va in forno freddo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

per una teglia di 28 cm

230 gr zucchero
110 gr mandorle spellate
4 uova intere
170 gr burro morbido
80 gr fecola di patate
40 gr maizena
40 gr farina 00
1 bustina lievito per dolci
1 bustina di vanillina
1 fialetta di aroma di mandorla ( io uso 1/2 di quella di mandorle amare)

zucchero a velo per decorare

La cosa migliore sarebbe usare il bimby, ma anche un buon robot da cucina va bene.
Frullare bene lo zucchero con le mandorle fino ad ottenere una farina, aggiungere le uova e continuare a mescolare nel robot. Poco per volta unite il burro, le farine , il lievito, gli aromi e mescolare ancora un minuto.
Foderare una teglia apribile da 28 cm e foderarla con carta forno, versarvi il composto, mettere nel forno freddo e cuocere a 170° per 35 minuti ( se potete con forno ventilato) nella parte centrale.
Lasciate intiepidire, poi sformate e spolverate con zucchero velo.

 

Focacce/ Lievitati salati/ Ricette

Focaccia con patate

Capita a volte di avere amici che vengono a trovarti al pomeriggio per un saluto, poi la compagnia è talmente piacevole che prosegue fino all’ora di cena, allora perchè non preparare una focaccia da servire con un buon salame  e formaggi per un’aperitivo ?
Questa è abbastanza veloce e poco impegnativa da fare ,ma il successo è assicurato .
Faccio questa focaccia da tanto tempo con il bimby e purtroppo non ricordo dove avevo trovato la ricetta,per cui se qualcuno si riconoscesse nell’autore della ricetta , me lo faccia sapere subito, così metterò il suo nome.

 Per una teglia di 26/28 cm

 200 gr acqua
 100 gr latte
  40 gr olio extra vergine
  10 ge sale
  10 gr zucchero
  25 gr di lievito di birra ( corrispondono a un cubetto o a una bustina di lievito secco )
 500 gr farina 0 ( io ho usato 400gr manitoba e 100gr farina 00)
 200 gr patata lessata
 sale di Cervia o fleur de sel

Dato che questo impasto rimane abbastanza appiccicoso , vi consiglio di usare un’impastatrice o un robot da cucina, sarà più veloce e più facile da fare.
Mettete nella ciotola  la patata con i liquidi , lo zucchero e il lievito ,mescolare tutto bene , poi aggiungere la farina e il sale.
Lasciate l’impasto nella ciotola , coprirlo e farlo lievitare per un’ora.
Trascorso questo tempo sgonfiate leggermente l’impasto con le mani ben unte (così non si attaccherà), mettetelo in una teglia unta e stendetelo  con  la punta delle dita.
Coprire e far lievitare ancora 30 minuti , nel frattempo accendete il forno a 200°.
Fate un’emulsione con acqua e olio ( circa 3 cucchiai ), con la punta delle dita fate i caratteristici buchi nella pasta e poi versate sopra l’emulsione. Cospargete con del sale di Cervia  o del fleur de sel e infornate per 25 minuti circa , deve essere ben colorita.

Per chi volesse usare il Bimby :
Mettere nel boccale la patata, i liquidi e mettere in funzione a velocità 6 per 20 secondi.
Aggiungere il lievito, lo zucchero,la farine e per ultimo il sale, velocità 6 per 30 secondi, poi a velocità spiga per 2 minuti.
Far lievitare nel boccale per 1 ora.
Sgonfiare facendo andare a velocità spiga per 1 minuto l’impasto, poi versarlo nella teglia unta, far lievitare ancora 30 minuti, trascorso questo tempo fare i buchi con le dita, mettere l’emulsione di acqua e olio e infornare a 200° per 25 minuti.

.

CONSIGLIA Torta di mais