Browsing Tag:

Antipasto

Finger food

Wonton fritti

Ho qualche anno e quando ero più giovane i ristoranti cinesi non erano così numerosi come ora. Io ho cominciato a conoscere la cucina cinese grazie ad una zia di origini caraibiche ma che aveva vissuto a Londra che arrivata in Italia cucinava riso alla cantonese per noi bambini. Poi poco per volta ho cominciato a conoscere anche altri piatti. Il mio primo libro di cucina cinese mi è stato regalato più di 30 anni fa.

Adesso è molto più facile, i ristoranti cinesi sono ovunque , anche nei paesi più piccoli e alzi la mano chi, almeno una volta, ordinando cinese, non ha preso wonton fritti o involtini primavera . Io sempre, mi piacciono molto e da quando ho imparato a farli è diventato un problema, perchè ogni occasione è buona.

Non so cosa fare per cena? Sono a casa da sola? Ho voglia di qualcosa di sfizioso ? Ecco che la cucina orientale arriva in mio soccorso.

Se ho tempo e gli ingredienti già abbattuti faccio il sushi, come qui, se invece sono più di corsa vado di cinese, riso fritto, wonton e magari un pollo in agrodolce.

Oggi vi voglio spiegare come faccio io i wonton, pasta compresa, che, per chi non abita a Milano o Roma, potrebbe essere difficile trovare già fatta.

Print Recipe
Wonton
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 3-4 minuti
Porzioni
4 porzioni
Ingredienti
Pasta per Wonton
Ripieno per wonton
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 3-4 minuti
Porzioni
4 porzioni
Ingredienti
Pasta per Wonton
Ripieno per wonton
Istruzioni
  1. Su una spianatoia fate una fontana con la farina, mettete al centro l'uovo e il sale e cominciate a impastare con la punta delle dita, aggiungete poi , poco per volta, tanta acqua quanta ne servirà per ottenere una pasta soda e liscia. Coprite e fate riposare per 30 minuti. Passato questo tempo stendete la pasta in una sfoglia molto sottile 2 mm circa e ritagliate dei quadrati di 10 x 10 cm.
  2. In una ciotola mescolate la carne trita con un pochino di zenzero fresco grattugiato, il cipollotto tritato fine e condite con l'olio e le spezie. Mettete un cucchiaino di ripieno al centro di un quadrato di pasta, poi inumidite il bordo e chiudete la pasta, potete chiuderla a triangolo o, come ho fatto io, a sacchettino . Friggete in olio profondo a 180° per pochi minuti, finchè la pasta sarà ben dorata. Scolare e servire caldi con salsa di soya ( a me piace quella dolce) e salsa agrodolce in 2 ciotoline.

Ovviamente potete variare le spezie a vostro gusto, diciamo che questa è una versione facile per cominciare.

Pesce

Lobster rolls ovvero i panini con l’aragosta.

lobster doppio

Ci sono tante ricette di cui leggo e che mi piacerebbe provare. Una di queste erano i lobster rolls. Certo rifarli seguendo una ricetta è il primo passo, ma poterli assaggiare direttamente sul posto, secondo me, è la soluzione migliore, si possono assaggiare le varianti, si può capire la giusta quantità di ripieno, il tipo di ingredienti usati e il modo corretto per gustare il piatto al meglio.

Continue Reading…

Piatti unici

Insalata di quinoa con alghe wakame

La primavera è ufficialmente cominciata, il conto alla rovescia per la prova costume anche, si comincia a pensare a ricette più fresche, leggere e sane. Si mettono da parte creme e calorie per far posto a frutta, verdura e freschezza.

Oggi vi voglio proporre un’insalata di quinoa con frutta, verdura e alghe wakame.

Per queto piatto ho usato la Quinoa Bio Nuova Terra, un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive: una vera e propria carica di fibre e proteine vegetali, adatta ad ogni tipo di dieta.

Si prepara senza ammollo e vi consiglio di cuocerla mettendo 2 parti di acqua per ogni parte di quinoa, così che l’acqua venga competamente assorbita e non si disperdano tutti valori nutrizionali.

Print Recipe
Insalata di quinoa con alga wakame
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15
Porzioni
4 porzioni
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15
Porzioni
4 porzioni
Istruzioni
  1. Mettete a bagno l'alga in acqua tiepida, cambiandola spesso, quando si sarà reidratata tagliatela a pezzetti e mettetela nell'acqua di cottura della quinoa. Cuocete la quinoa in acqua bollente salata per 15 minuti mettendo il doppio del volume della quinoa. Tenetela coperta e a fiamma bassa, così che possa assorbire tutta l'acqua e conservare tutte le proprietà della quinoa e dell'alga. Quando la quinoa avrà assorbito l'acqua e sarà cotta, mettetela in una grande ciotola e conditela con un velo d'olio. A parte tagliate a cubetti l'avocado, il mango, aggiungete il peperone a fettine , condite con del succo di limone e un po' d'olio d'oliva, mescolate e lasciate insaporire. Grigliate la pannocchia, poi con un coltello tagliatela a pezzi togliendo il torsolo. Ora unite la frutta, la pannocchia, il feta alla quinoa, mescolate bene , regolate di sale e condimento, per ultimo aggiungete il coriandolo fresco tritato o la menta se preferite. Servite tiepida o fredda.

In aggiunta a frutta e verdura ho messo anche qualche foglia di alga Wakame sempre Nuova Terra ,da noi poco conosciuta,  in Giappone è la terza alga in ordine di popolarità, dopo la Nori e la Kombu, è una grande fonte di proteine, quindi perfetta anche nelle diete vegetariane, ha un buon contentuto di iodio e selenio, oltre a molte vitamine del gruppo A, C, E e K.

Veloce da preparare è una perfetta alternativa alla classica insalata di riso sulle tavole estive.

In collaborazione con Nuova terra #siamogolosiani

Finger food

Una lasagna da aperitivo

In questi giorni sto facendo tanta pasta fresca all’uovo per un corso che terrò e mi è venuto in mente di fare delle piccole lasagne da servire come aperitivo o in un buffet.

Nulla di chè ma in casa sono piaciute, l’idea di mangiare in un sol boccone e con le mani le lasagne è stata divertente.

Ovviamente potete farla anche con le sfoglie di pasta fresca già pronte ma per queste, come per le mie, vi consiglio sempre di farle scottare un paio di minuti in acqua bollente salata, sarà più facile modellarle negli stampi.

Io adoro aromatizzare sia la besciamella che il mio ragù con noce moscata e chiodo di garofano, voi avete una spezia a cui non rinuncereste mai?

Io ho usato degli stampi da mini muffin di Le Creuset, molto pratici e perfettamente antiaderenti.

Print Recipe
Una lasagna da aperitivo
Piccoli bocconcini di lasagna per un finger food o per l'apericena . Un croccante cestino di pasta fresca con un cremoso ripieno.
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
24 mini lasagne
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
24 mini lasagne
Istruzioni
Per la pasta all'uovo
  1. Preparate la pasta mettendo la farina a fontana su un piano, poi fate un cratere al centro, versate le uova, il sale l'olio e con una forchetta cominciate ad amalgamare questi ingredienti con la farina intorno prendendone dai bordi, poi continuate impastando con le mani fino ad ottenere un panetto sodo ma non duro. Coprite con una ciotola e fate riposare almeno 30 minuti.
Ragù veloce
  1. Preparate il ragù veloce mettendo in una casseruola l'olio e il trito di verdure, fate soffriggere, unite la carne trita, mescolando per farla rosolare per bene, aggiungete la passta di pomodoro, il sale , il pepe e la noce moscata macinata. Fate cuocere scoperto a fuoco vivace mescolando ogni tanto per non fare attaccare il sugo. Cuocere per almeno 30 minuti, ma se avete tempo, abbassate la fiamma e cuocete più a lungo, ne guadagnerà il sapore.
Besciamella
  1. Per la besciamella in una casseruola mettete il burro con la farina e formate il roux facendo sciogliere lentamente il burro e mescolando per amalgamare la farina, quando la farina sarà completamente amalgamata aggiungete il latte caldo, sale e noce moscata. Continuate a mescolare finchè la crema si sarà addensata, regolare di sale e noce moscata a vostro gusto. Potete aggiungere 2 cucchiai di formaggio per aumentarne il sapore.
Preparazione finale
  1. Stendete la pasta in una sfoglia sottile ( 2 mm) , ricavatene dei quadrati da circa 10 cm di lato, passatela 2 minuti in acqua bollente salata, poi scolateli e metteteli in una ciotola di acqua gelata, scolateli e lasciateli asciugare su un canovaccio pulito. Ora cominciate a preparare le mini lasagne: imburrate gli stampi, poi mettete in ogni incavo un pezzo di pasta, riempitelo con un bel cucchiaio di ragù e coprite bene con della besciamella. Passate in forno caldo a 180° per 5-6 minuti o finchè i bordi della pasta non saranno dorati. Lasciarli intiepidire prima di sformarli e servirli.

Potete anche preparali in anticipo e passarli in forno solo poco prima di consumarli.

In collaborazione con

 

 

Contest & co/ Finger food/ Piatti unici/ Preparazioni base/ Ricette/ Secondi piatti/ Torte salate

Mini quiche salate spinaci e formaggio

Non so voi ma io adoro le torte salate. Mi piacciono tutte, di carne, di verdura, di formaggi. Mi piacce la crosta croccante che racchiude un ripieno morbido, un’esplosione di sapore in un solo boccone e la cosa che mi piace di più è che il lunedì posso svuotare il frigo da tutti i piccoli avanzi della domenica e preparare qualcosa di buono con poca fatica.

Già il lunedì non è un giorno piacevole, poi in frigo io trovo sempre qualcosa che avanza dai pasti più ricchi della domenica ma che non è mai sufficente per una porzione ( a casa mia poi il “è avanzato questo da ieri lo vuoi?” non va molto) ma se lo trasforno come fosse un piatto nuovo allora sparisce in un momento.

Se poi siete ancora più pigre di me potete usare una pasta brisè già pronta e il gioco è fatto in veramente 10 minuti.Ma se volete fare voi  la pasta brisè qui trovate la ricetta.

Se poi volete fare come me e preparare delle mono porzioni vi consiglio di usate uno stampo come il mio di Le Creuset, è stupendo, basso ma fondo a sufficienza per contenere il ripieno, antiaderente e grande abbastanza per fare tartellette per tutta la famiglia.

Print Recipe
Mini quiche salate spinaci e formaggio
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
12 mini quice
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
12 mini quice
Istruzioni
  1. Accendete il forno a 180° Ritagliate dalla pasta brisè dei dischi di 2 cm più grandi degli stampini e foderateli bucherellando il fondo con una forchetta. In una ciotola preparate la crema mescolando la panna, le uove, il parmigiano grattugiato, aggiungendo sale, pepe e noce moscata per insaporore. Nei gusci vuoti di pasta mettete un po' di spinaci, un bel pezzetto di crescenza e riempite con la crema fino al bordo della pasta. Infornate per 25 minuti o fino a quando la quiche comincerà a colorire. Aspettate qualche minuto prima di sformarle, servitele calde.
Recipe Notes

Potete variare la verdura, usare zucchine, asparagi, broccoli, carciofi, qualsiasi tipo di verdura cotta abbiate.

La crescenza può essere sostituita con un formaggio morbido di capra, una robiola o un gorgonzola dolce se vi piacciono i gusti più decisi.

Per questo lunedì ho usato degli spinaci già lessati, un pezzetto di morbida crescenza e la solita crema per amalgamare il tutto.

Potete usare la crema come base e unire tutto quello che avanza, ovviamente carne e verdure dovranno essere già cotte, altrimenti dovrete cuocere molto di più la vostra torta salata.

 

Piatti unici/ Ricette/ Secondi piatti/ Torte salate

Il mio lax pudding ovvero sformato di patate e salmone

Ci sono delle ricette che ti riportano a momenti particolari della vita, questa mi riporta al Natale, allo shopping natalizio e ad una grande catena di mobili che io adoro. E’ un semplice sformato di patate  e salmone, con una crema morbida che avvolge tutto. Il piatto ideale da preparare in anticipo e infilare in forno al ritorno da una giornata di spese pazze.

Per farla come si deve ci vorrebbe il gravlax,( salmone marinato) ma il mio si sta ancora preparando in frigo per Natale e avevo qualche pezzetto di salmone fresco avanzato, quindi ho deciso di preparare uno sformato per cena con questi pezzetti.

Non ci vuole veramente nulla per avere un piatto gustoso, che si può preparare in anticipo e gustare in una fredda serata invernale aspettando il Natale.

Pochi ingredienti, patate, salmone, uova, latte, un po’ di panna e un pochino di aneto, ecco questo forse è il più difficile da trovare, ma il suo gusto è unico e io lo adoro.

Per 2 terrine monoporzione :

2 grosse patate

150 g salmone freco

1 uovo

100 g latte

70 g panna fresca

sale , pepe, aneto fresco

burro

Per decorare :

2 fette di burro all’aneto.

Lessate la patate per circa 15 minuti, poi lasciatele intiepidire. Pelatele e tagiatele a fette di circa 1 cm di spessore.

Imburrate due  cocotte, io uso quelle di Le Creuset che sono perfette , sia come misura che per la cottura in forno. Poi questo rosso mi riporta subito al Natale

Fate uno strato con le patate, poi uno con delle fettine di salmone crudo, un pizzico di sale, dell’aneto, poi ancora patate, salmone e finite con le patate.

Preparate una crema sbattendo l’uovo, la panna, il latte, un po’ di sale, di pepe e qualche foglia di aneto, poi versatela delicatamente nelle cocotte  cercando  di farla penetrare bene fino in fondo. ( con una forchetta spostate leggermenete la patata dal bordo così da facilitare il passaggio della crema fino in fondo).

Mettete in forno ventilato a 160° per 35- 40 minuti , finchè  la superficie sarà ben dorata.

Prima di servire mettete sulle cocotte calde una fettina di burro all’aneto preparato mescolando burro morbido con aneto fresco tritato, sale , pepe , poi mettendolo  in un foglio di alu , stringendolo  bene fino a formare un salsicciotto. Mettete in frigo a rassodare. Potete usarlo anche su carne alla griglia o verdure .

Potete anche fare una teglia grande se in famiglia siete tanti, ovviamente dovrete aumentare un pochino  i tempi di cottura.

 

CONSIGLIA Torta di mais