Browsing Category

Mousse

Cioccolato/ Contest & co/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette/ Torte

Bavarese al cioccolato con lamponi e sorpresa

La primavera mi mette addosso voglia di fare , di cucinare, di provare cose nuove e ho proprio una bella scorta di nuovi stampi da usare.

Quelli che più mi attirano sono gli stampi della Pavonidea della linea  Le torte di Emmanuele, dei bellissimi stampi in silicone pesante, nero, con delle forme bellissime. Il grande vantaggio di questi stampi è che danno la possibilità di usare usati per formare un inserto in un dolce o di essere usati da soli.

Non so se vi ricordate il cuore che ho fatto per San Valentino, in quel caso avevo usato 2 misure di stampo a cuore, oggi invece ho usato uno stampo a ciambella  ( anche se  è studiato per essere usato con gli stampi Queen e Royal) e  uno a fiore mod. Bombée.

Ho fatto una bavarese al cioccolato al latte con un cuore di bavarese al cioccolato bianco e dei lamponi freschi . Con poche sempici mosse e una sola ricetta potete preparare un dolce veramente scenografico.

Print Recipe
Bavarese al cioccolato al latte con lamponi e sorpresa
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 6-8 ore per raffreddamento
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Biscotto al cioccolato
Bavarese al cioccolato bianco
Bavarese al cioccolato al latte
Tempo di preparazione 60 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 6-8 ore per raffreddamento
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Biscotto al cioccolato
Bavarese al cioccolato bianco
Bavarese al cioccolato al latte
Istruzioni
Biscotto
  1. Montare gli albumi con lo zucchero a neve, aggiungere poi delicatamente i tuorli e il cacao setacciato. Stendere su una teglia da forno coperta da carta forno e infornare a 190° per circa 10-12 minuti. Far raffreddare e tagliate nella misura del vostro stampo grande., sarà il fondo del vostro dolce
Bavarese al cioccolato bianco
  1. Portare il latte a bollore. Ammollate la gelatina in acqua fredda. In una ciotola sbattete con una frusta a mano i tuorli e lo zucchero, non dovranno montare ma solo mescolarsi bene. Aggingere il latte caldo sempre mescolando, mettere sul fuoco dolce fino a quando raggiungerà gli 85° o velerà il cucchiaio. Versate il composto caldo sul cioccolato a pezzetti e mescolare fino a farlo sciogliere, aggiungete la gelatina già ammollata e ben strizzata. Fate raffreddare e poi aggiungete la panna montata , mescolando delicatamente. Versate la bavarese nello stampo che userete come inserto e mettete a raffreddare in freezer per almeno 4-5 ore .
Bavarese al cioccolato al latte
  1. Seguite la stessa spiegazione per la bavarese al cioccolato bianco, sostituendo , ovviamente, il ciocccolato con quello al latte. Versate mezza dose di bavarese nello stampo grande, inserite la bavarese al cioccolato bianco, ormai gelata, qualche lampone e finite di riempire lo stampo con l'altra metà della bavarese. Per ultimo appoggiate sulla superficie il biscotto al cioccolato e pressate leggermente con la mano. Mettete tutto in freezer per almeno 4-5 ore. Prima di servire sformate dallo stampo e tenete in frigorifero per 30 minuti circa così che si ammorbidisca . Servite con frutti di bosco o panna montata.
Recipe Notes

Se non avete gli stampi potete provare la ricetta usando un stampo da torte apribile foderandolo con pellicola o carta forno, per favorire la sformatura,  facendo degli strati e congelando uno strato prima di mettere il secondo.

Se vi avanzerà della bavarese potete fare delle monoporzioni da tenere pronte in freezer per un dessert veloce.

Questi stampi di Pavonidea possono essere usati da -40° a +280°.

In collaborazione con

Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Gelati/ Mousse/ Preparazioni base/ Ricette

Cuore semifreddo alla nocciola

Lo ammetto, sarò contro corrente, ma io non amo le feste obbligate. San Valentino, festa del papà, festa della mamma, non perchè siano commerciali ma perchè si festeggiano persone che andrebbero sempre festeggiate , tutti i giorni.

Non è che il vostro innamorato o innamorata si meritino la vostra attenzione solo 1 giorno all’anno, ma ogni giorno sarebbe bene ricordare perchè amiamo quella persona e cosa ci ha fatto innamorare di lui o di lei.

Ciò non toglie che non si possa comunque festeggiarli, per cui se volete un’idea per San Valentino da poter preparare in anticipo e avere così il tempo per coccolarvi tutto il giorno ecco il mio cuore semifreddo alla nocciola, due cuori in uno, uno di crema semifreddo alla nocciola rivestito da un altro di panna e scaglie di cioccolato e ricoperti da una golosissima glassa a specchio al cioccolato di Faggiotto.

Per farli ho usato gli stampi al silicone di Pavonidea della linea Le torte di Emmanuele , dei bellissimi stampi neri, molto eleganti, e con la possibilità di avere degli altri stampi da inserire in quelli più grandi o da usare singolarmente. Io ho usati i 2 Passion, ovviamente , potendo cosi avere l’inserto a cuore  con la stessa forma del guscio.

Print Recipe
Cuore semifreddo alla nocciola
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo Passivo 12-24 ore
Porzioni
8 porzioni
Ingredienti
Meringa italiana
Semifreddo alla nocciola
Semifreddo alla panna con scaglie di cioccolato
Glassa a specchio al cacao
Istruzioni
Meringa italiana
  1. Per preparare la meringa italiana mettete in un pentolino l'acqua, 150 g di zucchero e fate uno sciroppo portandolo a 121° . Quando lo sciroppo arriva a 110° cominciate a montare a neve ben ferma gli albumi con 30 g di zucchero. Quando lo sciroppo ha raggiunto i 121° versatelo lentamente sugli albumi sempre montandoli e continuate a montarli fina a quando il composto, raffreddandosi, non arriva a circa 50°. Questa meringa vi servirà per la preparazione dei semifreddi.
Semifreddo alla nocciola
  1. Amalgamate delicatamente la pasta di nocciole con un pochino di panna montata per ammorbidirla, poi con una spatola aggiungete il composto alla meringa italiana sempre mescolando con la spatola, poi per ultimo aggiungete la panna rimasta. Il composto dovrà essere ben amalgamato ma non smontato. Riempite il primo stampo a cuore, quello che andà all'interno del dolce. Mattete nel freezer per almeno 4-6 ore.
semifreddo alla panna
  1. Mescolate delicatamente la panna montata con la meringa italiana e per ultimo aggiungete le scagli di cioccolato che avrete ottenuto tagliando una tavoletta di cioccolato con un pelapatate. Riempite per metà lo stampo più grande, coprite bene anche le pareti aiutandovi con una spatola. Sformate il cuore piccolo dallo stampo e mettetelo nello stampo più grande, pressando delicatamente per posizionarlo nel semifreddo alla panna, riempite eventuali spazi vuoti con altro composto alla panna, Con una spatola livellate bene il semifreddo fino al bordo. Mettete in freezer per altre 4-6 ore o fino al momento di usarlo.
Glassa a specchio al cacao
  1. In un tegame unire acqua, panna liquida, zucchero e cacao. Mescolare bene. Mettere sul fuoco mescolando di tanto in tanto. Immergere i fogli di gelatina in acqua molto fredda in modo da idratarli. Portare la glassa a 103-104° (la glassa arriverà piuttosto velocemente a 100°C ma poi impiegherà diversi minuti prima di arrivare ai 104°C, salira lentamente di temperatura, è normale che sia così, non date la colpa al vostro termometro). Togliere dal fuoco. Quando la glassa raggiungerà i 50-60° unire la gelatina ben strizzata e mescolare bene con un cucchiaio, non si deve incorporare aria altrimenti la glassa avrà le bolle in superficie (per sicurezza io filtro con un colino a maglie strette). Lasciar riposare la glassa, se volete potete metterla in frigo per 24 e scaldarla a bagnomaria o al microonde (senza superare mai i 65°C), e utilizzarla intorno i 36°C.
Glassatura del dolce
  1. Mettete il dolce, sformato, su una griglia posta sopra una teglia foderata con carta forno. Versate la glassa velocemente dal centro verso i bordi in modo che tutto si copra bene. Battete la griglia sul tavolo in modo deciso ma delicato per far scendere l'eccesso di glassa. Aspettare 2 minuti che si stabilizzi poi con una spatola spostate il dolce sul piatto di sevizio o su un portatorte togliendo velocemente le colature laterali. Rimettete in freezer fino al momento di servire. Prima di servire decorate a piacere . Il dolce va tolto 10 minuti prima di essere servito essendo un semifreddo.
Recipe Notes

La glassa sarà abbondante ma sia quella avanzata che quella che potrete recuperare dalla teglia posta sotto il dolce  potrà essere conservata in frigorifero o freezer e riutilizzata scaldandola a bagno maria o micronde  a 50° e usandola a 36°.

Sono perfetti sia per le torte che per i semifreddi o gelati .

Che festeggiate San Valentino o San Faustino, tanti auguri a voi.

In collaborazione con Pavonidea

Conserve/ Contest & co/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Composta di mele al forno

Con gennaio inizia il nuovo mese di Cakes lab e per stare un po’ leggere abbiamo scelto un libro di soli dolci con le mele, Una mela al giorno di Keda Black.

Tante ricette dolci e salate con le mele come ingrediente protagonista.

Un libro interessante per la spiegazione dei vari tipi di mela e le loro caratteristiche, ma vediamo ora come sono le ricette.

Io comoncio con la composta al forno, una ricetta molto molto semplice che sarà la base di altre ricette.

L’autrice sceglie delle royal gala per questa ricette.

Print Recipe
Composta di mele al forno
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
4-6 persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
4-6 persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Sbucciate le mele,tagliate e fette spesse, mettetele in una teglia con acqua ezucchero. Cuocete per 40-45 minuti a 190° controllando che il fondo non bruci. Quindi schiacciate con una forchetta o passate in un robot . Questo procedimento di cottura dovrebbe dare alla composta un gusto più caramellato e asciuto rispetto alla classica composta.
Recipe Notes

Se le mele non sono molto dolci, il gusto caramellato non si percepirà, quindi usate zucchero di canna e forno ventilato negli ultimi 15 minuti per creare un po' di caramello.

La ricetta secondo me è troppo semplice, io avrei dato dei suggerimenti per aggiungere spezie e altre cose come frutta secca o uvetta, così sembra più un omogeneizzato per bambini, quindi io vi consiglio di non frullarla completamente, di aggiungere un pochino di zucchero, magari di canna, per ottenere il gusto di caramello che l’autrice si augura e di cuocere a forno un pochino più alto.

Se volete sapere come l’ho usata io vi aspetto mercoledì per la una nuova ricetta fatta utilizzando questa composta al forno  e vi assicuro che è molto buona .

Per me la prima ricetta si merita una faccina così-così, non perchè non sia buona, ma la considero poco una ricetta a se, ma solo un primo passaggo di un dolce.

Cioccolato/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Tiramisù al pistacchio per grandi

Se mi seguite un po’ già sapete che il tiramisù a casa mia va molto, mio figlio sarebbe disposto a tutto per un tiramisù e lo sa anche sua sorella che con questo sisitema lo corrompe spesso.

tiramisu-pistacchi-quadr-1

Abbiamo provato anche alcune varianti con il cioccolato bianco o con le fragole, che io trovo buonissimo, ma questa volta cercavo qualcosa da grandi, con un gusto più deciso.

Sono andata a cercare ispirazione nella pagina del tiramisù della Galbani e ho visto che più o meno la ricetta base è come quella che uso io, quindi ho deciso di rivoluzionare completamente la cosa anche se poi la crema base è quella.

tiramisu-pistacchi-mascarpone-ap-1

Ho preparato una crema con pasta di pistacchi e ho imbevuto i savoiardi sardi ( quelli bassi, morbidi, buonissimi)  con un liquore al cioccolato.

Print Recipe
Tiramisù al pistacchio
Cremoso dessert al pistacchio con base al cioccolato ma leggermente alcoolico.
Tempo di preparazione 20 minuti
Porzioni
4 porzioni
Tempo di preparazione 20 minuti
Porzioni
4 porzioni
Istruzioni
  1. Preparate la crema separando i tuorli dagli albumi delle uova. Montate prima gli albumi a neve, così non dovrete lavare le fruste dopo. Metteteli da parte e montate i tuorli con lo zucchero finchè saranno ben spumosi e chiari, aggiungete delicatamente il mascarpone e la pasta di pistacchi e per ultimo i bianchi montati a neve. In un piatto fondo mettete il liquore al cioccolato diluito con un pochino d'acqua, poi bagnate bene i savoiardi e metteteli sul fondo di 4 coppette indivuduali, riempite con la crema di pistacchi e mettete in frigo per almeno 2 ore o fino al momento di servire . Prima di portare in tavola cospargete la superficie con del cacao amaro e qualche pezzetto di pistacchio tostato tritato.

Direi che ne è uscito un dessert da fine pasto stupendo. Certo io adoro sia i pistacchi che il cioccolato, ma direi che la nota alcoolica toglie un po’ della corposità della crema e insieme sono perfetti.

tiramisu-pistacchi-lunga-1

Se invece avete dei bambini potreste fare una bagna con latte e cioccolato e inzuppare i savoiardi con quello e  mettere un cucchiaio di liquore al cioccolato poi sulla vostra porzione.

Io intanto ne ho preparate un paio di porzioni da portare ad una amica per questa sera.

tiramisu-pistacchi-nastro-1

Fatemi sapere se vi è piaciuta la mia versione adulta.

 

Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Bicchierini di mousse di mele e crema pasticcera gluten free

Tempo fa decisi di partecipare al concorso di un’amica, Nonna Paperina , alias Tiziana,  che da sempre si batte perchè le intolleranze alimentari non siano un limite nell’alimentazione di nessuno. Io decisi di partecipare con una ricette per gli intolleranti al glutine.  Non sono molto brava ma con pochi semplici accorgimenti si possono reinterpretare dolci e piatti stupendi adatti a tutti i tipi di intolleranze alimenteri.

Poi mi è capitato di dover eliminare dai piatti di mia figlia latticini e farina 00, quindi mi sono resa conto, sulla mia pelle, come sia difficile trovare ricette buone e che non sembrino da “malati”. Quindi tanto di cappello a chi ogni giorno combatte le intolleranze cercando di darci buone ricette e buoni consigli.

bicchierini mousse mela-1

Io ho voluto provare a mettere insieme le cose che più mi piacciono in un dolce, quindi oggi ve la ripropongo volentieri.

Sono dei semplici bicchierini di mousse di mele e crema pasticcera . Ottimi come dessert per un fine pasto, golosi ma non troppo calorici.

In estate potete tenerli in frigo e servirli ben freddi.

Mousse di mele e crumble
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Una muosse di mele e cannella ricoperta con una delicata crema chantilly e un croccante crumble alle mandorle e cannella Una ricetta che parte da voler arricchire una ricetta semplice come le mele cotte e trasformarla in qualcosa di goloso e sano.
Author:
Recipe type: dolce al cucchiaio
Porzioni: 4
Ingredienti
  • Per la mousse di mela
  • 500 g mele golden pulite e tagliate a pezzi
  • 50 g zucchero
  • 25 g burro
  • 1 pizzico cannella in polvere
  • Per crema chantilly
  • 30 gr tuorlo d'uovo
  • 150 gr latte intero
  • 35 gr zucchero semolato
  • 6 gr amido di riso
  • 50 gr panna montata
  • Ingredienti per il crumble
  • 25 gr burro a pezzetti
  • 25 gr zucchero di canna
  • 40 gr farina di riso
  • 1 pizzico cannella in polvere
  • 25 gr mandorle tritate fini
Spiegazione
  1. Preparazione mele :
  2. Mettere le mele pulite e tagliate a pezzi in un pentolino con lo zucchero, il burro e un pizzico di cannella, farle cuocere a fuoco lento, coperte,per circa 20 minuti o finchè non saranno ben morbide. Far intiepidire e frullare con un frullatore ad immersione. Mettere in frigo fino al momento di servire.
  3. Preparazione crema :
  4. Mettere a scaldare in un pentolino il latte, intanto sbattete i tuorli con lo zucchero finchè saranno chiari e spumosi, aggiungere l'amido di riso e un pizzico di vaniglia se vi piace. quando il latte comincia a sobbollire , versate il composto di uova al centro, aspettate un minuto e mescolate il tutto con una frusta. Cuocete giusto il tempo che la crema si rassodi, non più di 2 minuti. Mettere a raffreddare appoggiando il contenitore in una ciotola di acqua e ghiaccio. Dopo qualche istante coprite la crema con della pellicola a contatto per evitare che si secchi in superficie. Quando la crema sarà ben fredda, aggiungere la panna montata inserendola poco per volta e mescolando delicatamente. Tenere anche questa crema in frigo fino al momento di servire
  5. Crumble :
  6. Mettere in una ciotola la farina di riso, lo zucchero, le mandorle tritate, la cannella e il burro, con la punta delle dita impastate tutto fino ad ottenere delle grosse briciole di impasto, mettete in una teglia larga coperta di carta forno e cuocete per 15 minuti a 170° o finchè sarò dorato. Fate raffreddare
  7. Composizione dei bicchierini :
  8. Prendete 4 bicchierini, fate uno strato di crema di mele ben fredda, quindi uno strato di crema chantilly, poi finite decorando con abbondante crumble di mandorle e cannella. Decorate con una fetta di mela fresca e servite.

bicchierini mousse mela cannella-1Buon appetito !

Cioccolatini/ Cioccolato/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Mousse al cioccolato vegan

Come forse sapete settimana scorsa sono stata a Milano ad un divertentissimo cooking party organizzato dalla rivista Jamie, qui io e la mia squadra dovevamo preparare alcuni piatti, tra questi avevamo una mousse al cioccolato vegan, beh devo dirvi che mi ha così favorevolmente colpito che ho deciso di rifarla per i miei ospiti di questa sera.

mousse vegan ciocc-1

Solo 3 ingredienti, poco, anzi pochissimo, lavoro e un gusto veramente favoloso.

5.0 from 1 reviews
Mousse al cioccolato vegan
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Una soffice mousse al cioccolato e tofu , pronta in 5 minuti
Author:
Recipe type: Mousse
Cuisine: vegan
Porzioni: 6
Ingredienti
  • 400 g silken tofu (kinugoshi tofu)
  • 300 g cioccolato fondente ( Jamie ne usa 400g)
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
Spiegazione
  1. Fate fondere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato fondente, poi fate intiepidire mescolando ogni tanto.
  2. In un robot da cucina mettete il tofu e l'estratto di vaniglia, azzionate il mixer per 2 minuti ( se avete le lame di plastica usate quelle invece di quelle di metallo),quindi versate il cioccolato fuso sempre con le lame in movimento.
  3. Lasciate amalgamare bene e la mousse è pronta.
  4. Versatela subito nei bicchieri che vorrete usare e mettetela in frigo.
  5. Toglietela almeno 20 minuti prima di consumarla e decoratela con scaglie di cioccolato o pistacchi e lamponi come ho fatto io.

mousse vegan cioccolato-1

Jamie usa pari peso di cioccolato e tofu, ma secondo il mio gusto rimane troppo consistente per essere mangiata al cucchiaio quindi io ho diminuito il cioccolato, mentre è perfetta 1:1  se volete fare dei tartufini come abbiamo fatto noi al cooking party.

 

Cioccolato/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Mousse al cioccolato fondente all’acqua

Vi chiedo scusa se in questo periodo pubblico un pochino più di rado, ma alcuni impegni mi hanno un pochino distratta. Ora però si ricomincia e dato che l’estate si sta avvicinando credo che io debba trovare anche qualche ricetta un pochino più light, quindi oggi vi propongo una ricetta strepitosa se siete a dieta o volete tenere a bada le calorie, la mousse all’acqua di Bressanini( Io adoro quest’uomo sappiatelo ).

mousse acqua D

La mousse è una dei dolci più calorici che io conosca, in questa versione avete solo cioccolato fondente, quindi calorie molto contenute e lo stesso gusto di una mousse.

Solo 2 ingredienti cioccolato fondente , ovviamente di ottima qualità e acqua.

mousse acqua B

Quindi armatevi di frullino e cominciamo!

Mousse al cioccolato fondente all'acqua
 
Prep time
Tempo di cottura
tempo totale
 
Una leggerissima mousse al cioccolato fondente ottima anche durante un dieta.
Author:
Recipe type: Dessert
Ingredienti
  • 100 g cioccolato fondente 70% e circa 39% di grassi per 100g
  • 115 g acqua fredda ( o tè aromatizzato , vedi nota )
  • ghiaccio
Spiegazione
  1. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria o nel microonde per circa 1 minuto a 750W.
  2. Mescolatelo bene finchè sarà completamente sciolto, ora aggiungete tutta l'acqua e lasciate riposare 2 minuti, nel frattempo preparate un contenitore in cui metterete il ghiaccio.
  3. Mescolate l'acqua con il cioccolato finchè saranno ben amalgamati, ora posate il contenitore sulla ciotola con il ghiaccio e montate con una frusta la mousse. Se usate un frullino elettrico basteranno pochi minuti.
  4. Non esagerate, appena è montato fermatevi o si formeranno dei grumi.
  5. La mousse è pronta , servitela con frutta fresca e avrete un ottimo dessert con poche calorie.
  6. NOTA: Ho provato anche a farla usando un tè concentrato (1 bustina per 100 g d'acqua) aromatizzato, nel mio caso ai lamponi, trovo che sia ancora più buona.

E’ ottima anche se non siete a dieta in questo caso la potrete accompagnare con qualche biscottino.

mousse acqua E

mousse acqua F

Il trucco perchè riesca sono i grassi nel cioccolato, la percentuale dovrebbe essere di circa il 34% dell’acqua, quindi vi metto anche una semplice equazione per trovare la giusta dose di acqua se il vostro cioccolato non fosse al 39 % di grassi  come il mio :

la percentuale di grasso del vostro cioccolato : 34 = x : 100 , quindi moltiplicate il grasso x 100 e dividetelo x 34 , avrete la dose esatta di acqua.

mousse acqua A

Non è difficile, provatela, anche nella versione con il tè,  non rimarrete delusi.

Cioccolato/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Mousse al cioccolato con arance caramellate per il nostro gioco

Il mese scorso io e altre 10 blogger
abbiamo dato il via ad un nuovo gioco . Ogni mese proponiamo un
abbinamento con il cioccolato, ognuna di noi vi presenta una
ricetta e voi dovete proporci la vostra . Alla fine del mese ne verrà
scelta una e la sua autrice parteciperà con noi il mese successivo
alla scelta del vincitore .
Questo mese l’abbinamento è il mio
preferito , cioccolato ed agrumi !!
Già dal primo momento sapevo quale
sarebbe stata la mia ricetta di questo mese, non l’ho inventata io ma é tra quelle che preferisco, mousse al cioccolato
fondente con spicchi di arancia caramellati .
Questo mese ad ospitarci sarà La stufaeconomica 
, sarà da lei che dovrete lasciare il link alla vostra ricetta , qui invece troverete il regolamento completo per partecipare .
Quindi vi aspetto e buon lavoro !!

Mousse al cioccolato fondente e arance
caramellate
per 4 persone .
Per la mousse:
70 g cioccolato fondente ( al 65%
sarebbe l’ideale)
2 tuorli
20 g zucchero
25 g Cointreau
250 g panna fresca
Per le arance:
2 arance bio
50 g zucchero
100 g acqua
Fate sciogliere il cioccolato con 30 g
di panna.
Sbattete i tuorli con lo zucchero a
bagnomaria ( come fosse uno zabaione) , aggiungete piano il liquore.
Quando sarà diventata una crema , togliere dal calore , aggiungete
il cioccolato fuso, mescolando delicatamente, poi fatela raffreddare
mescolando ogni tanto .
Intanto montate la rimanente panna .
Quando la crema sarà fredda
incorporate la panna mescolando delicatamente dall’alto al basso.
Mettetela a raffreddare per qualche ora
o in ciotole singole o in una grande se preferite farne poi delle
quenelle.

Grattugiate le scorze delle arance e
tenetele da parte.
Pelate a vivo le arance e ricavatene
gli spicchi ( tenete il succo che si formerà ) e teneteli da parte .
In una padella fate sciogliere l’acqua
con lo zucchero, aggiungete il succo e le scorze e fatene uno
sciroppo. Quando si sarà ridotto un po’ unite gli spicchi d’arancia
e spegnete il fuoco . Lasciate raffreddare gli spicchi nello
sciroppo. Quando saranno freddi toglieteli , metteteli su della carta
forno e fateli asciugare , ma conservato lo sciroppo che farete
intiepidire prima di servire sugli spicchi.
Per servirla potete mettere in un
piatto 2 chenelle di mousse , degli spicchi d’arancia e 1 cucchiaio
dello sciroppo d’arancia .
Oppure se avete scelto o bicchieri
individuali , adagiate qualche spicchio sopra la mousse e versate qualche
cucchiaio di salsa ristretta e tiepida.
Io a volte metto qualche pezzetto di
arancia candita tritata nella mousse per aumentarne il gusto.

Questa ricetta partecipa a Cioccolato e
… 
e questa è la ricetta che ha vinto a Dicembre l’abbinamento Cioccolato e cannella :
dal suo blog Una favola in tavola “Il mondo di Ortolandia”

Se siete curiose qui
trovate le proposte delle altre 10 amiche per cioccolato ed agrumi :
Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Mango mousse minicake

Come avevo già detto qui , parlando di
gelato , uno dei frutti preferiti di mia figlia è il mango .
Purtroppo non è un frutto facile da
trovare e spesso non è maturo e dolce come dovrebbe , ma in questi
giorni ho fatto una scoperta incredibile , il mango a pezzi di Picard surgelati .
Conosco Picard da tanto , mi piacciono
i loro prodotti ma alcuni non li avevo mai assaggiati .
Ho avuto occasione di provare il mango
e lo trovo veramente perfetto , maturo al punto giusto, dolce e di un
bel giallo sole.
Quindi se per Natale o per le feste vi
va preparare un dessert ecco un piccolo suggerimento.

 

Per 4 mousse monoporzione :
per la mousse :
1 confezione di mango picard
8 g gelatina in fogli
120 g zucchero
15 g acqua
240 g panna montata
25 g zucchero per la panna
per la gelatina :
150 purè di mango
40 g zucchero
15 g acqua
3 g gelatina in fogli
per la base :
80 g tuorli
80 farina di riso
40 g amido di mais
120 g albumi
100 g zucchero
Per la preparazione potete usare :
4 cerchi per dessert da 8 cm di
diametro
1 foglio di acetato per dolci
oppure
4 bicchieri
Partiamo dalla base :
Accendete il forno a 240°.
Montate gli albumi , aggiungendo piano
l’amido e lo zucchero .
Sbattete leggermente i tuorli ed
uniteli agli albumi.
Ora con una spatola incorporate
delicatamente la farina di riso che avrete prima setacciato.
Stendete l’impasto su una teglia da
forno coperta da carta forno , fate uno strato alto 1 cm circa e
cuocete in forno caldo per 8 minuti. Deve essere colorita , ma non
troppo scura o diventerà troppo secca .
Fate raffreddare .
Per la gelatina :
Fate scongelare il mango ( se volete
sulla confezione trovate i modi più veloci ) e frullatelo .
Prendete 150 g di purè e mettetelo in
una ciotola , mettete la gelatina in acqua fredda ad ammollare e
intanto fate sciogliere lo zucchero con 15 g d’acqua, quando lo
zucchero è sciolto bene unite la gelatina ben strizzata e mescolate
bene per scioglierla .
Ora versate lo sciroppo caldo sul purè
di frutta e mescolate bene per non formare dei grumi.
Foderate una teglia rettangolare di
circa 20×30 cm con della pellicola o carta forno , versarvi la
gelatina, che dovrà formare uno strato di ½ cm e fate raffreddare
in frigorifero.
Per la mousse:
Mettete a bagno la gelatina come sopra.
Fate un’altro sciroppo di zucchero come
sopra (ma con le dosi giuste per la mousse , mi raccomando).
Quando lo sciroppo sarà pronto ,
metteteci la gelatina ben strizzata , fatela sciogliere e versatela
nella purea di mango, mescolate bene , poi aggiungeteci la panna
montata con i 25g di zucchero.
Mescolate delicatamente per non
smontare la panna .
Ora bisogna montare il dolce , io ho
fatto delle mono porzioni, ma potete fare anche una torta grande o
dei bicchierini che sono più semplici da preparare.
Mini cake :
Tagliate 8 dischi di pasta con i cerchi
che userete per montare il dessert
Tagliate 4 cerchi di gelatina sempre
con lo steso anello .
Foderate gli anelli con delle strisce
di acetato della stessa altezza misura .
Appoggiate gli anelli su un vassoio o
una teglia che stia in frigo.
Mettete un disco di biscotto sul fondo
, mettete la mousse in una sac a poche con una bocchetta piccola (
sarà più facile ) fate uno strato di mousse , poi appoggiatevi
sopra la gelatina , un’altro strato di mousse ( non più di 1 cm) ,
un’altro disco di biscotto e ultimo di mousse.
Mettete in frigo a raffreddare fino al
momento di servire.
Quando servirete sfilate le minicake
dai dischi, togliete l’acetato , decorate con della panna montata ,
io ho tenuto da parte un pezzettino di mango e ne ho ricavato delle
stelline per decorare.
Bicchierini:
Se preferite usare dei bicchierini ,
dovete solo tagliare il biscotto e la gelatina con un tagliapasta
della misura dell’apertura del bicchiere, poi fate gli stessi strati
come per le minicake. Se avete dei bicchieri trasparenti sarà più
bello e potrete vedere i diversi strati .
                                                              Eccolo, veramente buono.
Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Mousse/ Ricette

Mousse di camomilla e pesche – Peach chamomille mousse cakes

Questo mese ho fatto
un po’ la pigra , scusate , ma tra le vacanze e qualche impegno in
più non sono riuscita a darvi le ricette che avrei voluto, ma
cercherò di recuperare in agosto.
Oggi vi lascio un
dessert buonissimo con pesche e camomilla.
Questo dolce fa
parte della Re-cake che tutti i mesi ci propone una ricetta da
rifare, è molto buona,non ho cambiato niente nelle dosi rispetto
alla ricetta originale ma qualcosa nella preparazione si, perchè mi
sembrava poco chiara.
Non spaventatevi ,
potrebbe sembrare complicata , ma non è così , ci vuole solo un
pochino di attenzione in qualche passaggio ed il gioco è fatto.

Per
8 desserts mono porzione
Base
di biscotto morbido :
185
g di farina
200
g di zucchero
14gr
di baking powder o 1 bustina di lievito per dolci
sale
3
o 4 chiare d’uovo ( 115-140 g )
175
ml di latte
62.5
ml di succo di limone
la
scorza grattugiata di un limone
80
g di olio d’oliva
Per
la mousse alle pesche e camomilla:
1,5
cucchiaio di gelatina in polvere (o 10 g di colla di pesce in fogli, io la preferisco )
130
g di acqua (30 +100 separati)
500
ml di panna
6
rossi
100
g di zucchero
2
cucchiai di boccioli essiccati di camomilla
1
tazza di purea di pesche gialle o percocche  (240 ml circa) 
 

Per
prima cosa bisogna preparare la base, in una ciotola mescolate tutti
gli ingredienti secchi , a parte montate gli albumi a neve non troppo
soda , poi agli ingredienti secchi unite il latte, il succo di limone
e la scorza, l’olio e per ultimo unite gli albumi , mescolate
delicatamente e versate il composto in una teglia foderata di carta
forno di circa 25×35 cm.

Cuocete
a 170° per circa 20 minuti, controllate con uno stecchino al centro
se è cotta, altrimenti proseguite per altri 5 minuti.
Fate
raffreddare bene.

Ora
preparate le 2 mousse.

La
base è uguale per entrambe , quindi farete una sola preparazione che
dividerete dopo.
Prendete
30 g d’acqua e unitevi la gelatina in polvere * e mettete da parte.
In
un’altra ciotola montate la panna e fatela freddare mentre preparate
il resto del dolce
In
un pentolino versate 100g d’acqua, lo zucchero e i semi di camomilla.
 Fate
bollire a fuoco medio , quando lo zucchero si sarà sciolto e il
profumo della camomilla si sarà sprigionato colate lo sciroppo , poi
rimettetelo sul fuoco e portate ad una temperatura di 114° . Questo
procedimento vi aiuterà ad ottenere uno sciroppo perfetto. Potete
anche lasciare i fiori di camomilla e toglierli dopo, ma quando lo
sciroppo si addenserà sarà un pochino più complicato.
Ora
sbattete i rossi, aumentate la velocità del mixer e lentamente
aggiungete lo sciroppo caldo , continuate a sbattere finchè il
composto non sarà quasi freddo e ben spumoso.
Sciogliete
la gelatina nel microonde per 10/12 sec. ed aggiungetela ai rossi
d’uovo. 
Continuate
a montare finchè la mousse non risulterà ariosa.
 A questo punto mescolate  un terzo della mousse alla panna, fate incorporare per
bene e versate il resto della mousse.
Ora  dividete la mousse in due parti, in una delle due
versate la purea di pesche e amalgamatela bene.
Montaggio
del dolce:
Se
fate delle tortine dovrete procurarvi degli anelli da dolce e
dell’acetato per alimenti.
Tagliate
la base con un tagliapasta della misura giusta, foderate gli anelli
con l’acetato ( per un dolce perfetto il foglio deve essere 2 cm più
lungo della circonferenza dell’anello, così quando lo toglierete il
bordo sarà impeccabile) e posizionare la base all’interno .
Prendete
l’anello con la base di biscotto, prima mettete la mousse alla
camomilla e poi quella alla pesca.
Fate
freddare in frigo per qualche ora finchè non si rassoderà. Decorate
con qualche fettina di pesca.
Se
non avete gli anelli potete fare dei bicchierini seguendo la stessa
composizione, prima la base biscotto , poi la mousse alla camomilla,
poi quella alla pesca, io ho finito con una gelatina di vino moscato
e pesche gialle.

Gelatina
di moscato e pesche -facoltativa-
2
bicchieri di vino moscato
3
pesche gialle
10 g colla di pesce
Tagliate
a pezzetti piccoli le pesche e mettetele nel vino per 30 minuti,
intanto ammollate la colla di pesce in acqua fredda.
Scolate
le pesche , tenete da parte il vino , prendetene ½ bicchiere e
fatelo scaldare , quando è caldo unite la colla di pesce ben
strizzata , poi versatelo nel resto del vino e fate raffreddare.
Quando
le mousse saranno ben fredde e sode con un cucchiaio e delicatamente
versare sopra ad ogni bicchierino 2 o 3 cucchiai di pesche a pezzetti
e la gelatina di vino. Far raffreddare fino al momento di servire.
Note:
-Per
riempire gli anelli io uso delle sac a poche, le trovo più pratiche
e non sporcherete i bordi .
-Se volete uno stacco maggiore di colore tra le due mousse potete usare 1 o 2 gocce di colorante alimentare giallo
*
se volete usare la colla di pesce fate scaldare i 30 g d’acqua e poi
unite la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda.

Con questa ricetta partecipo alla 10°
Re-cake , se anche voi volete partecipare passate da qui per leggere
il regolamento.

Qui trovi le ideatrici di Re-cake:
CONSIGLIA Embossed cookies