Monthly Archives:

luglio 2013

Cioccolato/ Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Ricette

Tiramisù al cioccolato bianco

Ci sono dolci che nonostante le calorie si mangiano volentieri in estate perchè sono freddi e in questi giorni di caldo anomalo , un dolce veloce da fare e fresco da mangiare , ci sta proprio bene. Se poi vogliamo tenere d’occhio le calorie , mangiamolo come pranzo o cena e abbiamo risolto il problema.
Questa ricetta arriva dalla mia amica Carla, che proprio l’altro giorno mi ha detto che la stava preparando e subito mi è venuta voglia di preparalo.
Ottima, delicata, ma molto golosa.

Dosi per 8 :
500 gr mascarpone
100 gr cioccolato bianco
200 gr panna fresca
    3 uova separate
    3 cucchiai di zucchero
 150 gr latte + 3 cucchiai per il cioccolato
       savoiardi o pavesini ( a piacimento)

Montate i bianchi a neve.
Sbattete bene i tuorli con lo zucchero finchè saranno ben gonfi e spumosi.
Fate sciogliere il cioccolato con il 3 cucchiai di latte a fuoco basso, sempre mescolando.
In una ciotola mettete il mascarpone con la panna e montate il tutto con uno sbattitore elettrico, quando sarà tutto ben gonfio abbassate la velocità e unite il cioccolato sciolto e intiepidito .
Con una spatola incorporate gli albumi montati finchè tutto sarà ben omogeneo.
Ora potete decidere se usare i pavesini ( come consiglia Carla) e fare 2 strati o i savoiardi ( come faccio io) e fare un solo strato.

Bagnate i savoiardi nel latte e formate uno strato in una pirofila, poi ricopriteli con la crema, livellatela e mettete in frigo a rassodare almeno 3 ore.
Decorate con riccioli di cioccolato bianco e pezzetti di pistacchio.

 

 Con questa ricetta dolce partecipo a Get an Aid in the Kitchen del blog Cucina di Barbara

                                                     

Senza categoria

Get an Aid in the Kitchen….

Ripubblico questa ricetta per il contest Get an Aid in the Kitchen.

Mancano pochi giorni alla fine della scuola e per mia figlia Giulia
sarà la fine delle scuole medie. Diventa grande anche lei , l’anno
prossimo sarà alle superiori…
In questi giorni prima degli
esami ci sono le ultime feste tutti insieme,con alcuni compagni il
percorso insieme è cominciato alla scuola materna e l’anno prossimo si
divideranno , prenderanno indirizzi diversi.
La festa di questa
sera sarà anche la prova  generali del ballo di fine anno della scuola e
,non so se è così ovunque , ma qui ci si  trova con 3 o 4 amiche a casa
prima della festa per prepararsi , mangiare qualcosa e spettegolare.
Questa
sera tocca a me ospitarle e poi accompagnarle alla festa di compleanno
di 2 compagne , non so cosa mangeranno, ma un dolcetto io l’ho
preparato.

Cupcakes con frosting alla nocciola
per 10 cupcakes ( ricetta di Nigella )

125 gr farina autolievitante o 120 gr di farina 00 e 1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci
125 gr burro morbido
125 gr zucchero di canna fine
   2 uova grandi
   2 cucchiai di cacao amaro
   2 cucchiai di acqua bollente
   1  cucchiaino di estratto di vaniglia

Frosting alla nocciola
150  gr burro morbido
  75  gr zucchero a velo
    3 cucchiai di nocciolata ( io uso la Rigoni faccio il nome anche se non sono sponsorizzata !)

Forno a 200°
Mescolate
acqua e cacao , in un  mixer mettere la farina, lo zucchero, il burro,
mescolare e raschiare l’impasto dalle pareti, aggiungere il cacao, le
uova, la vaniglia e il cucchiaio di latte.La consistenza dell’impasto
dovrà essere morbida e fluida, altrimenti aggiungete ancora poco latte.
Io uso un porzionatore da gelato per riempire i pirottini , così sono sicura che la dose sarà sempre uguale.
Cuocere per 20 minuti, poi togliere dallo stampo e far raffreddare su una gratella.

Preparare
il frosting mescolando con le fruste elettriche il burro e lo zucchero ,
aggiungere la crema alla nocciola e continuare a montare il composto,
deve essere soffice.
Quando i cupcakes saranno freddi mettere il
frosting in una tasca da pasticceria e coprirlo abbondantemente.
Decorate a piacere con cioccolato a scaglie, nocciole tostate o lamponi.

Auguri ragazzi in bocca al lupo !!

                                  

 Con questa ricetta dolce partecipo a Get an Aid in the Kitchen del blog Cucina di Barbara

Ricette/ Torte salate

Strudel salato di fagiolini

Le previsioni ci prospettano una settimana di caldo africano e io cosa faccio? Accendo il forno ! (Si, ma poi esco in giardino).
Cenare all’aperto, in giardino è uno di quei privilegi che hai quando abiti fuori dalle città ( mi sembra di essere Csaba) e questa sera ho pensato di fare uno strudel salato, da servire tiepido, accompagnato da una bella e ricca insalata mista, così potrò godermi il fresco della sera e non dovrò stare vicino ai fornelli .
Potete anche usarlo per un’aperitivo, tagliato a cubetti e servito con un buon prosecco ghiacciato.

Strudel salato
1 rotolo di pasta sfoglia ( quella rettangolare sarà più comoda)
250 gr ricotta fresca
   2 uova
200 gr fagiolini lessati
    3 cucchiai di parmigiano grattugiato
    sale, pepe, noce moscata
    burro

Per prima cosa fate insaporire i fagiolini con un po’ di burro, sale e pepe facendoli saltare qualche minuto in una padella.Poi fate raffreddare, altrimenti la sfoglia e il ripieno ne soffriranno.
In una ciotola mescolate la ricotta con le uova,il formaggio, sale , pepe e abbondante noce moscata.
Stendete la sfoglia immaginate di dividerla in 3 parti e ricoprite il terzo centrale della sfoglia con metà del composto di ricotta, poi metteteci sopra i fagiolini ormai freddi e la seconda metà del composto.
Piegate i due lembi di pasta liberi a libro sul composto.
Sigillate bene i lati corti e cuocete a 200° per 40 minuti, finché sarà bello dorato in superficie.

Dolci/ Lievitati dolci/ Lievitati salati/ Pane/ Ricette

Scones….e colazione sia !

Con le vacanze scolastiche cambiano un po’ anche le abitudini, gli orari e a volte mi capita di avere ospiti gli amici dei miei figli che si fermano a dormire . Mi piace coccolarli preparando loro qualcosa di diverso per la colazione,oggi ho fatto questi scones , una sorta di via di mezzo tra un dolce e un panino da colazione.
Dolce ma non troppo, morbido ma con una crosticina friabile, ottimo con burro e marmellata, ma oggi per strafare …panna montata .
Se volete li potete anche servire in un brunch con fragole fresche e panna montata.

Per 10 scones:

300 gr farina bianca
  50 gr zucchero
  10 gr lievito per dolci
    1 pizzico di sale
  75 gr burro freddo
    1 uovo
    1 cucchiaino di estratto di vaniglia
100 gr latte intero

Per servire:
panna montata ,
marmellata,
fragole.

Miscelare gli ingredienti secchi in una ciotola, poi unire il burro freddo a pezzetti e
 con la punta delle dita fare delle briciole.
In una ciotola mescolare uovo, latte, vaniglia e aggiungerli agli ingredienti secchi, impastate velocemente, ne otterrete una pasta morbida . Ma se come me avete sempre fretta potete mettere tutto in un mixer da cucina e impastare per qualche minuto.
Stenderla su un piano infarinato ad uno spessore di 1,5 cm, ritagliarne dei dischi con un bicchiere e metterli su una teglia ricoperta con carta forno.
Spennellarli con latte o un tuorlo sbattuto , cuocere in forno caldo a 190° per 15 minuti.
Servire tiepidi aprendoli a metà con le mani e spalmandoli con marmellata e panna.

Cioccolatini/ Cioccolato/ Dolci/ Ricette

Cioccoquì

Il 2013 è stato dichiarato dall’ assemblea delle Nazioni Unite l’anno internazionale della quinoa.
Questa pianta spesso ,  non viene confusa con i cereali per il suo aspetto, ma è della stessa famiglia degli spinaci  e non contiene glutine, può così essere consumata anche dai celiaci.
Io l’ho scoperta da poco ed è stata una bella scoperta. Molto versatile e buono di sapore.
Ho provato ad usarla al posto del riso per un’insalata fredda ed era ottima.
Cercando di documentarmi un po’ ho scoperto che esiste anche una versione soffiata e allora potevo non provare a fare una versione del mitico cioccorì?
Ho volutamente fatto delle sfoglie sottili, ma nulla vieta di fare dei rettangoli più spessi.

Cioccoquì:
    2 barrette di mars
120 gr cioccolato fondente
 70 gr burro
 80 gr quinoa soffiata

Far sciolgere il cioccolato, il burro e le barrette a bagno maria, poi togliere dal fuoco e unire la quinoa. Mescolate bene per amalgamare tutto.
Stendere tra 2 fogli di carta forno e appiattire con un mattarello.
Mettere a rassodare in frigo per almeno 2 ore.
Tagliare dei rettangoli della misura che preferite.
Note:
-Volendo potete anche fare semplicemente dei mucchietti e servirli nei pirottini, opzione consigliata se pensate di farli in estate, dato che il caldo farà sciogliere velocemente il cioccolato.
-La quinoa soffiata non è caramellata, per cui la consistenza sarà quella del cioccorì prima maniera, non croccante.

Cioccolato/ Dolci/ Ricette/ Torte

Torta magica al cioccolato…..ma è una torta?

Stavo girando un po’ su internet quando mi sono imbattuta in una bellissima foto di una torta , chiamata torta magica perchè, con un solo impasto si ottengono, in cottura , tre diverse consistenze , ho seguito i vari link che rimandavano ad un’altro blog, che rimandava ad un’ altro finchè qui ho trovato la stessa torta, ma al cioccolato !! Non potevo non provarla.
La consistenza è quella di un budino, racchiuso in uno strato più duro alla base e uno morbido e soffice sopra.
Tenetela in frigorifero e servitela a piccoli cubetti,come  dei cioccolatini o dei piccoli semifreddi, ottimi con il caffè o mentre guardate un film.

per una teglia 20 X 30 cm

115 gr burro sciolto e raffreddato
600 ml latte appena tiepido
115 gr farina
  40 gr cacao
    4 uova separate
210 gr zucchero
    2 cucchiai di caffè espresso
    1 cucchiaino di estratto di vaniglia

zucchero a velo per decorare

Setacciate insieme cacao e farina.
Montate i bianchi a neve ma non troppo soda, a parte montate i tuorli con lo zucchero, finchè saranno bianchi e spumosi, aggiungete il burro, il caffè e la vaniglia.
Aggiungete con una frusta la farina con il cacao e il latte fino a che tutto sia ben amalgamato ( sara piuttosto liquido).
Ora aggiungete i bianchi montati , non si incorporeranno molto, ma non preoccupatevi, è giusto così.
Versate in uno stampo imburrato e infarinato e cuocete in forno caldo a 160° per 50 minuti.
Quando la toglierete dal forno, sarà ancora piuttosto morbida, avrà una consistenza gelatinosa , con una leggera crosticina sopra. NON toglietela dalla teglia e ma fatela raffreddare bene ,poi mettetela in frigorifero per un paio di ore .
Ora tagliatela a cubetti e servitela spolverizzata  di  zucchero a velo.

A porzioni più grandi sarà ottima come dessert.

Dolci/ Ricette/ Torte

Apple pie, la torta di mele di Nonna Papera

Chi ha la mia età è cresciuto leggendo Topolino , non avevamo tanti programmi televisivi o videogiochi e  nel tempo libero se non potevamo giocare in giardino con gli amici si leggevano i fumetti. Sapevamo tutto di Topolino, Paperino e Nonna Papera .
La cosa che mi piaceva di più erano le sue torte,, che preparava e metteva a raffreddare sulla finestra ,belle, alte, con il profumo che si spandeva ovunque e attirava tutti verso casa sua.Il mio primo libro di ricette è stato il Manuale di Nonna Papera (prima
edizione, ottobre 1970 !!) e lo conservo ancora . Allora tante ricette
mi sembravano strane, ma poco per volta ho imparato a provare ed
assaggiare tutto, purtroppo la torta di mele del libro non ha niente a che vedere con quelle che cucinava lei, buona, ma più torta di mele italiana, allora ho cercato e provato varie ricette e questa è una delle mie favorite ,molto veloce e facile.
Ecco la mia versione della torta di mele Nonna Papera ( non è quella del manuale !).

Pasta brisè 
Qui trovate la spiegazione per farla.

Ripieno
5 o 6 mele
2 cucchiai di succo limone
1 cucchiaio di fecola
5 cucchiai di zucchero di canna
cannella, sale
20 gr burro

Preparate la pasta, fatela riposare, dividetela in 2 parti.
Stendete una parte di pasta e foderate uno stampo da 20/22 cm di diametro con bordi bassi.
Bucherellate bene il fondo con i rebbi di una forchetta.
Pelate le mele e fatene delle fettine non troppo sottili , mettetele in una grossa ciotola, aggiungetevi la fecola, lo zucchero, la cannella , il limone e un pizzico di sale.
Mescolate bene e versate tutto nella teglia con la pasta brisè.
Mettete il burro sopra a piccoli pezzetti.
Adesso stendete il secondo pezzo di pasta e coprite la torta facendo aderire bene i bordi.
Fate dei piccoli tagli sopra per far uscire il vapore.
Cuocete a 190° per circa 50 minuti, finchè sarà ben dorata.
Lasciate raffreddare bene prima di sformarla.
Potete servirla all’americana con una pallina di gelato alla vaniglia sopra .

Primi piatti/ Ricette

Canederli a pranzo….ma dov’è finita l’estate??

In questa estate anomala, con temperature che salgono e scendono in modo così strano anche i miei menù seguono un’andamento inconsueto . Si passa da piatti leggeri e freschi a piatti quasi autunnali.
Se fossi in vacanza sulle Alpi non mi stupirei della temperatura, ma essere a casa, in città e avere 17° a luglio mi sembra proprio incredibile.
Vista la temperatura e dato che avevo del pane avanzato ho deciso di fare  i canederli ,un piatto povero ma che si presta a mille varianti per adattarsi ai gusti di tutti.
Si possono fare con i funghi, il formaggio,le verdure, per noi oggi speck e spinaci !!

Canederli ( circa 20 )
300 gr pane raffermo ( se è un pane con la crosta dura io la tolgo)
250 gr latte
   2  uova
  50 gr speck in una fetta sola
200 gr  spinaci cotti
    2 cucchiai di farina
       sale, pepe e noce moscata

Per condire :
brodo o burro fuso 

Tagliate il pane a cubetti piccoli,mettetelo in una grossa ciotola e bagnatelo con 150 gr di latte e fate riposare mentre preparate il resto.
Tagliate lo speck a dadini piccoli.
Se avete solo lessato gli spinaci , fateli saltare in un po’ di burro così da insaporirli.
 Adesso aggiungete al pane lo speck, le uova , la farina, gli spinaci un po’ tritati , sale, pepe , noce moscata.Con le mani mescolate bene tutto, l’impasto deve essere consistente ma non duro, quindi aggiungete del latte se è troppo duro o un po’ di pane grattugiato se è troppo molle . La consistenza varia a seconda del pane che usate per cui dovete regolarvi un po’ voi.
Adesso con le mani bagnate fate delle palline grandi come delle palline da ping pong.
Ora avete due possibilità per cuocerli, in brodo se li volete servire come minestra o in acqua salata per 15 minuti, poi scolati e conditi con abbondante formaggio grattugiato e burro fuso , se volete un primo asciutto.( noi preferiamo la versione asciutta).
Se volete potete anche surgelarli e buttarli poi  direttamente in acqua o brodo caldi.

Dolci/ Ricette/ Torte

Crostata di prugne svizzera

Una volta le mie vacanze le passavo viaggiando, poi sono arrivati i bambini e sono diventate più stanziali, un po’ di mare ( ma non lo amo particolarmente ) e poi la montagna dove stare al fresco, fare belle passeggiate e mangiare cose buone. Ho passato spesso le mie vacanze in Svizzera e qui ho imparato tante buone ricette e a fare questa semplice crostata che si può adattare a qualsiasi tipo di frutta. A me piace con le prugne, per il contrasto dell’acidulo della frutta con il dolce della crema che la avvolge, ma è buonissima anche con pesche o albicocche e se proprio non è stagione, anche con le mele.

Pasta brisè per base
200 gr farina
100 gr burro freddo a pezzetti
  30 gr zucchero
    1 pizzico di sale
       poca acqua ghiacciata

Mettete in un mixer la farina , il burro, il sale e lo zucchero, azionate le lame e fate formare delle briciole , aggiungete ora 2 cucchiai di acqua e mescolate ancora, aggiungete ancora 1 o 2 cucchiai d’acqua finché avrete un’impasto liscio ma non troppo molle.
fatene una palla, schiacciatela leggermente, avvolgetela in un pezzo di pellicola per alimenti e fatela riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Liaison per torta
    2 nova
100 gr zucchero
100 gr panna fresca

800 gr circa di frutta
    1 cucchiaio zucchero semolato  per finire

Stendete la pasta abbastanza sottile e ricoprite una tortiera , bucherellate bene il fondo, metteteci della carta forno e ricoprite con dei fagioli secchi . Cuocete a 200° per circa 15 minuti, togliete i fagioli e la carta e cuocete ancora per 10 minuti, finchè sarà ben dorata.
Tagliate la frutta a fette ( le prugne in quarti, ma se sono grosse anche in 8 pezzi).
Disponete la frutta a file a sulla base cotta, sbattete , in una ciotola le uova con lo zucchero e la panna e versate il composto sulla frutta fino a coprirla bene.
Cuocete a 200° per 35-40 minuti, finchè sarà ben  gonfia e colorita.
Far intiepidire e poi spolverare con dello zucchero semolato.

CONSIGLIA Torta di mais