Monthly Archives:

giugno 2013

Dolci/ Ricette/ Torte

Una ciambella per una colazione speciale

Oggi è sabato, ma anche una giornata con tanti impegni speciali in casa nostra, allora volevo iniziare la giornata con una colazione particolare. Niente di strano ma una semplice ciambella con uvetta ed un look più sofisticato.
Buon sabato a tutti.

Ciambella con uvetta
200 gr burro morbido
200 gr zucchero
500 gr farina  00 o per dolci
    4 uova grandi
    1 bustina zucchero vanigliato
    1 bustina lievito per dolci
    1/2 tazza di latte
200 gr uvetta ammollata
       sale

zucchero a velo per decorare

Lavorare burro, zucchero e zucchero vanigliato finchè sarà soffice , aggiungere uno per volta le uova, mescolando bene.
 Setacciate la farina con il sale e il lievito, poi aggiungete poco per volta alle uova  alternando con il latte.
Aggiungete per ultimo l’uvetta asciugata e infarinata leggermente.
Mettere in uno stampo da gugelhopf e cuocere per 45 minuti a 190°.
Fate la prova dello stecchino per vedere se è ben cotto.
Spolverizzare con zucchero velo.

Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Ricette

Non proprio un tiramisù….

In casa mia il divoratore di tiramisù è mio figlio. Farebbe di tutto per un tiramisù e io , quando voglio farlo contento, so esattamente cosa fare, ma adesso fa caldo e il tiramisù mi sembra un po’ pesante, allora faccio questa versione alleggerita e monoporzione, da tenere in frigo e servire quasi come un semifreddo. Una base al caffè e una crema di panna e mascarpone….

 Per 10 muffin:
 125 gr farina autolievitante
 125 gr burro morbido
 125 gr zucchero grezzo
     2 uova
     1 cucchiaino di estratto di vaniglia
     2 cucchiai di latte
     1 cucchiaino colmo di caffè liofilizzato
 Mettere tutti gli ingredienti in un mixer, mescolare bene, poi riempire degli stampi da muffin a metà.
Cuocere a 200° per circa 20 minuti.Fate reffreddare.

 Per la crema al mascarpone:
250 gr mascarpone
150 gr panna da montare fresca
    2 cucchiai di zucchero a velo
Mescolate la panna con lo zucchero e il mascarpone, poi montate tutto con le fruste elettriche.
Mettete tutto in una sac a poche con bocchetta a stella ( io ho usato la 1M), decorate ogni muffin con la crema e spolverizzate con cacao.

Conserve/ Dolci/ Preparazioni base/ Ricette

Pancakes…..quasi pronti da mangiare.

Ci siamo! Oggi è il 21 giugno , primo giorno d’estate !!
Archiviati gli esami possiamo dedicarci ad un’estate di tutto riposo prima del nuovo anno scolastico.
In questi giorni le colazioni diventano brunch, a volte pranzi , è il bello della vacanza, non ci sono orari e si è più liberi di trasgredire.
I miei figli amano i pancakes, ma toccava sempre a me prepararli, finchè Nigella mi è venuta in soccorso con questo preparato per pancakes da tenere sempre pronto per una colazione veloce e a prova di figli fannulloni.
Basta aggiungere un’uovo e latte ed il gioco è fatto.

Per il preparato: 

300 gr  farina per dolci ( ma va bene anche la 00)
  25 gr lievito per dolci
  25 gr di zucchero
    1 cucchiaino di bicarbonato
    1 pizzico di sale

Mescolate tutti gli ingredienti e conservateli in un contenitore( meglio se di vetro) .

Per preparare circa 10 pancakes medi :

 150 gr di preparato
 250 gr latte
     1 uovo
Mettete il preparato in una  ciotola , aggiungete latte e uovo mescolando con una frusta a mano.
Quando si formeranno delle bollicine in superficie sarà ora di girarli ,dovranno avere un bel colore dorato (non ci vorranno più di 3-4 minuti ).
Teneteli al caldo e preparate gli altri.
Serviteli con sciroppo d’acero , miele o nutella (come piacciono ai miei ragazzi).
Se volete potete anche aggiungere qualche goccia di cioccolato o dei mirtilli all’impasto finale.

Focacce/ Lievitati salati/ Pane/ Ricette

La rosticceria palermitana

Fino a qualche giorno fa non sapevo cosa si intendesse per rosticceria palermitana, poi ecco, sempre lui, il mitico gruppo facebook di Paoletta con l’appuntamento di panificazione del sabato. Questa volta la padrona di casa la fa Ecucinando il sito ( alias Cristina), che ci consiglia le farine, i tempi di riposo , i ripieni. Ci segue passo passo ( l’ho vista rispondere a domande assurde anche a mezzanotte) e il risultato non può che essere perfetto.
La pasta è morbida, dolce ma non troppo, buonissima. Con un po’ di fantasia si possono fare tantissimi ripieni dolci e salati per stupire i vostri ospiti ( ma anche per un picnic o una gita al mare).
Non sono di Palermo e non vorrei dire sciocchezze, per cui mi limito a dire che le forme più conosciute sono i rollò (con i wurstel), le ravazzate (con ragù e besciamella), i calzoni e le pizzette.
Poi c’è la mia versione dolce preferita , un piccolo panino tondo da gustare con la Nutella.
Che dire….sono da provare !!

Per circa 30 pezzi
1 kg farina 00 o W280/300
100 gr strutto ( mezza dose se si pensa di friggerli)
  80 gr zucchero
10/25 gr lievito di birra fresco ( dipende dalla temperatura ambiente e se volete far riposare la pasta in frigo per molto tempo)
  18 gr sale
160 gr acqua
500 ml latte
    1 cucchiaio olio d’oliva

*Se usate una farina 00 dovrete usare solo 500 ml di liquidi in totale ( non 660).

Iniziate facendo un lievitino con 500 gr di farina , 500 ml di latte e il lievito di birra ( più sarà il tempo di riposo della pasta in frigo , minore sarà la dose di lievito . Ad esempio 25 gr se non fate riposo in frigo, ma lievitazione a temperatura ambiente, 10 gr se dopo l’impasto mettete in frigo a riposare per qualche ora prima di dare le forme, 5 gr se fate riposare in frigo tutta la notte e lavorate il mattino dopo.) Lasciate riposare coperto per 90 minuti.
Se usate una planetaria , mettete il gancio e aggiungete tanta farina quanta ne serve per rendere l’impasto consistente, poi alternando , aggiungete zucchero , acqua( se avete usato una farina di forza W 280/300 ) e la farina rimasta , incordando ogni volta.
Con l’ultimo inserimento dello zucchero, unite anche il sale.
Poi lo strutto e per ultimo il cucchiaio di olio.
L’impasto sarà piuttosto morbido, ma elastico.Coprite e fate lievitare finché raddoppia.
Se mettete l’impasto in frigo, ricordatevi che deve tornare a temperatura ambiente prima di essere lavorato.
Fate delle palline di circa 40 / 50 gr. poi decidete la forma e il ripieno.
Per i rollò , fate delle striscie di 1 cm lunghe circa 35/40 cm, poi arrotolatele intorno al wurstel ,facendo in modo che la pasta si sovrapponga leggermente e copritelo tutto .
Per le ravazzate stendete una pallina e mettete il ripieno al centro ( di solito ragù e besciamella), poi chiudete e cercate di ridare la forma della pallina .
Per i calzoni stendete la pallina , mettete il ripieno ( mozzarella , pomodoro e prosciutto) poi piegate e chiudete a mezzaluna .
Per le pizzette schiacciare con la mano la pallina e condire con pomodoro e mozzarella

A questo punto fate lievitare ancora una mezz’ora, poi spennellate con uovo sbattuto, mettete se vi piacciono dei semi di sesamo e  cuocete in forno a 180° finchè saranno ben dorati.

Finger food/ Ricette

Sablè al pomodoro

Finalmente sembra che l’estate sia arrivata in questo fine settimana e noi ne abbiamo approfittato per fare la prima grigliata ! ( veramente anche la seconda ).
A noi piacciono molto i pomodori , allora ho voluto provare questa ricetta di biscottini sablè aggiungendo del concentrato di pomodoro e servendoli con formaggio . Ottimi per l’aperitivo.

Per 20 biscottini
110 gr farina
  80 gr burro
  50 gr parmigiano grattugiato
    2 cucchiai di concentrato di pomodoro
       sale

Mescolare velocemente tutti gli ingredienti, se usate un mixer basteranno pochi secondi.
Formate un cilindro , avvolgetelo nella pellicola e mettetelo a raffreddare in frigo per almeno 30 minuti.( ma potete prepararlo anche il giorno prima).
Tagliate il cilindro a fette di 1 cm di altezza, mettere su una placca e cuocere a 180° per 10/15 minuti, dovranno essere leggermente dorati ai bordi.

Potete servirli con formaggi o come ho fatto io con del caprino e una salsa di pomodoro condita con basilico fresco, erba cipollina, sale,pepe e un pizzico di peperoncino.

Dolci/ Dolci al cucchiaio/ Ricette

Crème brûlée

In questa primavera che non si decide ad arrivare e l’inverno che non si decide ad abbandonarci anche decidere cosa cucinare diventa un problema.
Dovremmo aver voglia di gelati, frutta fresca e insalate meravigliose, invece la giornata uggiosa , il cielo ancora coperto di nuvole mi porta a preparare un dolce piuttosto invernale.
 La crème brulée ha il grande vantaggio che si può preparare in anticipo e  mettere in frigo fino al momento di servirla, lo svantaggio che la caramellatura ( o caramellizzazione ?? ) va fatta appena prima di essere servita.
Il  contrasto tra la cremosità della crema e la croccantezza della crosta , la dolcezza del cuore e il sentore amaragnolo del caramello vanno assolutamente provate.

Per 4 terrine da 12 cm
350 gr panna fresca
100 gr latte
  90 gr zucchero semolato
    5 tuorli
    1 baccello di vaniglia

60 gr zucchero di canna per caramellare

Mettete a scaldare il latte con la stecca di vaniglia.
Mescolate bene i tuorli con lo zucchero ma  senza montarli,aggiungete la panna fredda , il latte caldo senza la stecca,mescolate e mettete a riposare in frigo per 2 ore.
Accendete il forno a 140° , mettete le ciotoline su una teglia che possa contenere l’acqua per il bagnomaria,versate il composto nelle terrine, mettete in forno e versate acqua fino a metà altezza delle terrine. Cuocere per circa 1ora, il composto dovrà essere tremolante ma consistente , eventualmente allungate un po’ il tempo di cottura.
Una volta cotte, toglietele dal forno, fatele raffreddare un po’ , copritele con della pellicola e mettete in frigo per almeno 2 ore.
Adesso viene il bello !! Cospargete la superficie con lo zucchero di canna , poi se avete il ferro fatelo scaldare bene sul fuoco, appoggiatelo sulla superficie e fate sciogliere lo zucchero. Se avete il cannello passatelo velocemente sullo zucchero e sui bordo così da formare una bella crosta uniforme,
se non avete questi oggetti usate il grill del forno.Accendete il grill e quando sarà ben caldo mettete le ciotole in una teglia con acqua fredda e passatele sotto il grill finchè lo zucchero sarà ben sciolto.
Servite subito, il caramello si deve rompere con il cucchiaino e rimanere croccante e …bon appétit !!

Dolci/ Preparazioni base/ Ricette

I biscotti più friabili del mondo

Adoro la pasta frolla , se poi è combinata con la marmellata di albicocche non riesco a smettere di mangiarla, ma devo ammettere che da quando , una decina di anni fa , ho scoperto questa ricetta ho capito cosa si intende per “pasta friabile”. E’ morbida , delicata …il trucco? I tuorli d’uovo sodi!
La ricetta mi era stata data con il nome di frolla inglese, ma non credo abbia niente a che fare con l’Inghilterra o lo shortbread.
Ne avevo preparati diversi tipi , anche con la marmellata all’interno ma sono scomparsi….pazienza, mi toccherà rifarli!!

Un suggerimento , potete cuocere solo i tuorli al microonde e tenere gli albumi per un’altra ricetta.

220 gr farina
  80 gr fecola
150 gr burro morbido
100 gr zucchero
   3 tuorli sodi
      scorza di limone

Impastate tutti gli ingredienti velocemente ( sicuramente farà fatica a stare insieme, ma va bene così)
coprire con della pellicola da cucina e mettere in frigo a riposare per almeno 30 minuti.
Ora potete decidere se stenderla e ritagliare delle formine con dei taglia biscotti o foderare degli stampi da tartelletta. Io ho fatto i biscotti e li ho farciti con marmellata di albicocche ovviamente.
Cuocere i biscotti in forno a 190° per circa 10 minuti, finche saranno dorati (ma non troppo scuri).

Dolci/ Ricette/ Torte

Cupcakes di fine scuola

Mancano pochi giorni alla fine della scuola e per mia figlia Giulia sarà la fine delle scuole medie. Diventa grande anche lei , l’anno prossimo sarà alle superiori…
In questi giorni prima degli esami ci sono le ultime feste tutti insieme,con alcuni compagni il percorso insieme è cominciato alla scuola materna e l’anno prossimo si divideranno , prenderanno indirizzi diversi.
La festa di questa sera sarà anche la prova  generali del ballo di fine anno della scuola e ,non so se è così ovunque , ma qui ci si  trova con 3 o 4 amiche a casa prima della festa per prepararsi , mangiare qualcosa e spettegolare.
Questa sera tocca a me ospitarle e poi accompagnarle alla festa di compleanno di 2 compagne , non so cosa mangeranno, ma un dolcetto io l’ho preparato.

Cupcakes con frosting alla nocciola
per 10 cupcakes ( ricetta di Nigella )

125 gr farina autolievitante o 120 gr di farina 00 e 1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci
125 gr burro morbido
125 gr zucchero di canna fine
   2 uova grandi
   2 cucchiai di cacao amaro
   2 cucchiai di acqua bollente
   1  cucchiaino di estratto di vaniglia

Frosting alla nocciola
150  gr burro morbido
  75  gr zucchero a velo
    3 cucchiai di nocciolata ( io uso la Rigoni faccio il nome anche se non sono sponsorizzata !)

Forno a 200°
Mescolate acqua e cacao , in un  mixer mettere la farina, lo zucchero, il burro, mescolare e raschiare l’impasto dalle pareti, aggiungere il cacao, le uova, la vaniglia e il cucchiaio di latte.La consistenza dell’impasto dovrà essere morbida e fluida, altrimenti aggiungete ancora poco latte.
Io uso un porzionatore da gelato per riempire i pirottini , così sono sicura che la dose sarà sempre uguale.
Cuocere per 20 minuti, poi togliere dallo stampo e far raffreddare su una gratella.

Preparare il frosting mescolando con le fruste elettriche il burro e lo zucchero , aggiungere la crema alla nocciola e continuare a montare il composto, deve essere soffice.
Quando i cupcakes saranno freddi mettere il frosting in una tasca da pasticceria e coprirlo abbondantemente. Decorate a piacere con cioccolato a scaglie, nocciole tostate o lamponi.

Auguri ragazzi in bocca al lupo !!

                                  

             Con questa ricetta dolce partecipo a Get an Aid in the Kitchen del blog Cucina di Barbara

CONSIGLIA Torta di mais